BRACRONACA

Bra: ex calciatore combattente in Ucraina potrebbe essere morto

Fiato sospeso per la sorte di Ivan Luca Vavassori, il 29enne già portiere dell’Ac Bra arruolatosi volontario per combattere gli invasori di Putin in una brigata internazionale a fianco dei soldati ucraini. Un mese fa in un video su Tik Tok, un social network, aveva annunciato di essere in procinto di lanciarsi con i suoi compagni in un «attacco in solitaria», dicendosi disposto all’estremo sacrificio. Questa mattina, su un altro social network, Instagram, è apparso un messaggio postato sul suo profilo da altri gestori: informa che di questo giovane di origini russe adottato da una famiglia piemontese quando aveva 5 anni di età, si sono perse le tracce. Potrebbe essere rimasto vittima della distruzione di due convogli a quanto pare bombardati. I convogli stavano tentando una ritirata di feriti presso Mariupol, la città-martire dove sono asserragliati gli ultimi militari resistenti ucraini e alcune decine di migliaia di civili sono allo stremo sotto i colpi continui degli assedianti. «Stiamo provando – conclude il post a proposito di Vavassori – a capire se è sopravvissuto».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button