BRAAttualità

Bra: da Banca d’Alba una donazione agli alpini

Solitamente sono gli alpini dell’Ana a fare del bene al prossimo, con le varie attività di volontariato svolte continuamente ed assiduamente anche in periodo pandemico. Proprio in questi due anni di emergenza sanitaria l’Associazione a livello nazionale si è sempre schierata in prima linea: basti ricordare il celebre ospedale da campo di Bergamo realizzato dalle “penne nere” in una sola settimana a fine marzo 2020. Anche nelle nostre località gli alpini sono stati sempre molto attivi, garantendo servizi di assistenza e vigilanza alle messe al santuario della Madonna dei Fiori, alle vaccinazioni alla Casa della salute di Bra e alla caserma “Vian” di Cuneo, tuttora in corso. Non sono mancate nello scorso finire dell’anno iniziative più ludico-educative, come la ripresa delle castagnate nelle scuole cittadine, per i più piccoli. A premiare in qualche modo questo impegno, la Banca d’Alba ha deciso di sostenere l’Ana braidese tramite una donazione consegnata nei giorni scorsi nella filiale braidese dalla direttrice dott.ssa Pontiglione e dal vice direttore dott. Dolce al capogruppo Tino Genta, accompagnato da una delegazione del direttivo.

Il capogruppo Genta: «Non possiamo che apprezzare la donazione della Banca d’Alba, di cui ringraziamo di cuore tutto il personale, a partire dalla direzione generale. Le molte attività che quotidianamente svolgiamo per il prossimo richiedono l’acquisto e la manutenzione di mezzi e attrezzature, che grazie al sostegno di realtà vicine al territorio e al volontariato come questa, riusciamo a concretizzare».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button