BRAAttualità

Bra: convenzione con la Lida per badare alle colonie di gatti randagi in città

Volontari sostenuti in parte dal Municipio li seguono e sterilizzano le femmine

BRA – Prosegue il rapporto tra Comune e Lida per badare alle colonie di felini randagi in Bra. La Lega italiana dei diritti dall’animale è stata l’unica associazione a rispondere all’appello lanciato sul finire dell’anno scorso da Palazzo Civico. I suoi volontari proseguiranno a prendersi cura dei gatti senza padrone, a prevenire malattie, soccorrerli se vittime d’incidenti o maltrattamenti, affidarne in adozione eventuali cucciolate e a catturare e sterilizzare gli esemplari ancora fertili. La nuova convenzione, valida fino al 2023, sta per essere stipulata. Mira a «tutelare il benessere di questi animali e la corretta gestione dei gruppi andati riducendosi in città proprio grazie ad analoghi progetti già realizzati negli scorsi anni» – spiegano dall’ufficio Ambiente. L’impegno della Lida ha riflessi positivi anche sul rapporto di convivenza con l’uomo di questi particolari randagi stimati nel complesso a Bra in meno di tre decine di unità. Da sempre abituati alla totale libertà, non sopporterebbero di vivere in una casa ma necessitano di trovare cibo pulito, di ripari per il freddo e di monitoraggio sul piano igienico-sanitario. Alla Lida il Comune riconosce un contributo forfettario di 2mila euro l’anno. Non si tratta di un compenso «trattandosi di attività priva di rilevanza economica». Finora l’associazione, quando ha dovuto affrontare maggiori spese, è sempre generosamente intervenuta di suo.

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button