BRASanità

Bra: chiude (quasi) il poliambulatorio di via Goito

BRA – L’ASL CN2 comunica che, a partire da lunedì 20 dicembre p.v., tutte le attività che, ad oggi, vengono svolte presso il poliambulatorio di Via Goito verranno trasferite presso la Casa della Comunità di Bra (Casa della Salute, ex Presidio Ospedaliero “Santo Spirito”) dove il cittadino potrà trovare anche gli altri servizi già erogati in precedenza.

Presso la Casa della Comunità di Bra, infatti, l’utenza troverà:

  • Tutte le attività di prevenzione e tutte le prestazioni diagnostiche e terapeutiche ambulatoriali che non richiedano l’effettuazione in ospedale;
  • Il Centro Unico Prenotazioni (CUP)
  • Il Punto Prelievi – seppur con le limitazioni di accesso attualmente ancora imposte dall’emergenza Covid;
  • La Radiologia, per radiografie ed ecografie;
  • La Senologia (con mammografia e ecografia) e le attività di Prevenzione Serena;
  • Gli ambulatori specialistici oggi esistenti, con particolare riferimento ai percorsi di cronicità;
  • L’Hospice;
  • La medicina dello sport;
  • Il Consultorio familiare, ostetrico e neonatale per “Percorso nascita”;
  • La Riabilitazione e il Recupero Funzionale (visite e trattamenti);
  • I Servizi Sociali con i loro uffici;
  • La postazione del 118;
  • L’ambulatorio infermieristico;
  • Il Distretto (comprensivo i direzione e uffici);
  • I Medici di Continuità Assistenziale e l’Unità Speciale di Continuità Assistenziale (la notte e i prefestivi/festivi);
  • Le Vaccinazioni routinarie non Covid: l’ambulatorio è dedicato alle vaccinazioni pediatriche dal lunedì al giovedì, mentre il venerdì è la giornata dedicata alle vaccinazioni degli adulti; la prima seduta vaccinale pediatrica verrà effettuata lunedì 20 dicembre;
  • La specialistica ambulatoriale;
  • Il punto di distribuzione di farmaci e di materiale “in distribuzione diretta” ai pazienti;
  • La Medicina Legale (invalidità civile, idoneità guida, autorizzazioni protesi e ausili), verrà, invece, trasferita a metà gennaio.

Il trasferimento delle attività rientra nella logica della realizzazione di un polo unico all’interno del quale i cittadini potranno trovare non solo tutte le prestazioni alle quali si accennava sopra (che rappresentano la quasi totalità delle occasioni di “contatto” con il Sistema Sanitario), ma un luogo in cui gli utenti siano anche accolti, indirizzati ed accompagnati. La Casa della Comunità, un servizio che l’ASL CN2 sta realizzando a Bra così come ad Alba, rappresenterà un riferimento per i cittadini e risponderà alla maggior parte dei loro bisogni di salute ed assistenza.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button