BRAAttualità

Bra celebra la Giornata regionale della Protezione civile con una grande esercitazione

L’iniziativa è in programma per il 20 novembre. Si ipotizza un blackout delle comunicazioni

Il 5 novembre si celebra la Giornata regionale della Protezione civile, appuntamento che ricorda la terribile alluvione del Tanaro del 1994. Inoltre, dal 10 al 16 ottobre si è celebrata la terza edizione della Settimana nazionale della Protezione civile, decretata dal Presidente del Consiglio nel 2019 in concomitanza con la Giornata internazionale per la riduzione dei rischi naturali, dichiarata dalla Nazioni Unite per il 13 ottobre di ogni anno in tutto il mondo. In occasione di queste importanti ricorrenze e con l’obbiettivo di rimarcare l’importanza di una collaborazione stabile e organizzata tra cittadini e istituzioni, il Servizio Protezione civile del Comune di Bra organizza per il 20 novembre 2021 un’esercitazione dal titolo “EmERadiobra”. L’iniziativa si inserisce nell’ambito della campagna nazionale #iononrischio2021.

L’esercitazione muoverà dall’ipotesi che in quella giornata si verifichino diversi blackout con interruzione dell’erogazione di energia elettrica sul territorio braidese, seguiti a breve distanza dal blackout delle comunicazioni ordinarie via telefono cellulare, fisso, rete internet, reti radio-televisive. In sostanza, nel volgere di alcune ore a Bra si ipotizza che vengano meno tutte le comunicazioni ordinarie. Sarà quindi necessario attivare il sistema di comunicazione radio di emergenza collegato con il Centro Operativo Comunale (COC) di strada San Matteo.

L’appuntamento sarà l’occasione per esercitare i volontari appartenenti alle associazioni convenzionate con il Comune per attività di protezione civile: l’Associazione Radioamatori Italiani di Bra, l’associazione CB Albese, il Gruppo Civico Volontari di Protezione civile di Bra, l’Associazione Nazionale Carabinieri PC di Bra, la squadra braidese dell’AIB-Anti Incendi Boschivi e il comitato di Bra della Croce Rossa Italiana.

Questa esercitazione”, commentano il sindaco Gianni Fogliato e l’assessore alla Protezione civile Luciano Messa, “ci permetterà di confermare ancora una volta l’efficienza della “macchina” della Protezione civile di Bra, oltre che di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle situazioni di emergenza e sull’importanza che tutte le persone siano attive sul fronte della prevenzione. I ricorrenti problemi idrogeologici che interessano il nostro Paese, da nord a sud, dimostrano ancora una volta la necessità di farci trovare pronti di fronte a molteplici scenari difficili”.

Proprio per questo”, aggiungono i due, “è molto importante il lavoro svolto dai volontari braidesi, che oltre a fornire il proprio contributo nelle situazioni di crisi si adoperano per un monitoraggio costante del territorio. Senza dimenticare quanto hanno fatto nei lunghi mesi di pandemia in molteplici occasioni, dalle verifiche sui mercati e durante le manifestazioni alla distribuzione dei buoni-aiuto e della spesa alle famiglie e alle persone sole”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button