BRADal Comune

Bra: appalti in corso, salati rincari. Cimitero e scuola “Don Milani”, aumenti da 48mila euro

Le ditte affidatarie chiedono e ottengono ritocchi agli accordi: per l’inflazione record

BRA – Due appalti assegnati prima e diventati operativi quando la fiammata inflattiva era già in corso, hanno chiesto e ottenuto la rimodulazione del quadro economico al Comune di Bra. Si tratta del cantiere aperto dal mese di giugno alla scuola Primaria “Don Milani” in largo Europa, per dotarla di un ascensore esterno, e di quel­lo per ampliare la disponibilità di sepolture al cimitero di frazione Bandito. Il primo intervento sta andando a completare la riqualificazione di un plesso già sede della Direzione didattica dell’Istituto comprensivo Bra 2. L’incarico compete a una storica collaboratrice del Municipio, la ditta F.lli Di Piazza di Narzole. La stessa ha sollecitato il ricorso al capitolo “imprevisti” del contratto recuperando dal ribasso d’asta, per far fronte agli aumenti eccezionali dei materiali da costruzione, dei carburanti e in generale dell’energia. Idem a Bandito dove sta sorgendo un loculario per raddoppiare l’esaurita dotazione con altri 216 posti.

Un’operazione da 270mila euro affidata a una impresa ligure, la Riabitat Srl con sede a Genova. Anche lei ha segnalato la necessità di rivedere i patti sottoscritti ancora il 31 dicembre del 2021. La rimodulazione approvata con determina dei Lavori Pubblici ammonta a 40.705,40 euro. Sulla scuola l’aggiornamento listini ha un impatto minore: 6.727,83 euro per un investimento da complessivi circa 130mila finanziati da un contributo statale.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button