BRAAttualità

Bra: anche la Lega per soluzione pacifica in Ucraina, e accusa globalizzazione

“Il Corriere” ha chiesto alla Lega Salvini Premier di Bra, principale gruppo d’opposizione in Comune, tre eletti sotto le insegne dell’ex ministro dell’Interno grande estimatore di Vladimir Putin, una reazione alla mossa dell’autocrate russo che ha riportato la guerra nel cuore dell’Europa. Ecco integrale la risposta che gentilmente abbiamo ricevuto.

 

«Anche la Lega di Bra, tramite i consiglieri comunali e la segreteria cittadina, esprime tutta la propria preoccupazione per l’escalation delle ultime ore sul fronte est europeo. Gli esponenti del carroccio, così come moltissimi braidesi, sono vicini alle popolazioni colpite, e il pensiero è subito rivolto ai tanti bambini di Chernobyl che per anni hanno passato le estati a Bra. Dai consiglieri e dalla segreteria locale viene ripresa e rilanciata la posizione del partito, affinchè si faccia il possibile per trovare quanto prima una soluzione pacifica, in primis a tutela delle molte migliaia di persone coinvolte direttamente e che rischiano la propria incolumità. In questa situazione critica, l’Europa deve svolgere un ruolo fondamentale di mediazione con una sola voce, cosa purtroppo mai accaduta in precedenza, e smettere di sbandierare una globalizzazione esasperata senza se e senza ma».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button