BRAScuola

Bra: anche il Liceo Giolitti Gandino passerà alla “settimana corta”

Al Liceo “Giolitti-Gandino” di Bra (Classico, Scientifico, Tecnologico, delle Scienze Umane e Linguistico) dal prossimo anno 2023-24 non si andrà più a scuola il sabato. La decisione, già nell’aria da settimane per questa che è una delle poche Superiori in Granda ad aver finora resistito alle indicazioni della Provincia mantenendo i 6 giorni di lezione settimanali, è stata appena ufficializzata ai giornali dalla Direzione.

Il Consiglio d’Istituto con i rappresentanti di genitori, docenti e allievi ha espresso parere favorevole a maggioranza alla riorganizzazione dell’orario settimanale. Riguarderà tutte le 45 classi e tutti gli indirizzi.

La scelta – spiegano dal Liceo – è legata da una parte all’esigenza di risparmio energetico che la situazione attuale impone, dall’altra alla possibilità di un giorno di riposo in più per gli iscritti, soprattutto per quelli che arrivano dai paesi vicini e affrontano il viaggio in treno o in pullman. Inoltre, altro aspetto che sempre secondo il Liceo rende utile la didattica su soli 5 giorni, è il vantaggio per l’organizzazione delle famiglie. Esse, in un contesto in cui quasi tutte le scuole di ogni ordine e grado optano per il sabato a casa, possono meglio programmare attività e tempo libero.

La dirigente Francesca Scarfì e i docenti del “Giolitti-Gandino”, pur riconoscendo la legittimità delle motivazioni sopra elencate, sottolineano la necessità per gli studenti di affrontare questa ristrutturazione dell’orario, oltre che per il riposo e il recupero delle energie, anche per ottimizzare l’organizzazione personale gestendo al meglio la maggiore autonomia. 

«Certamente il cambiamento – commenta la nota – metterà in atto nuove strategie. Il sabato dei liceali sarà libero dalla scuola ma diverrà anche libero di essere riempito: di studio, di riposo, di famiglia, di tempo buono e ben speso. In questa visione di libertà tutta positiva, vista non come una perdita ma come una possibilità, il sabato del liceo diventerà il sabato dei liceali. Toccherà a loro, in tutta autonomia, imparare a gestirlo e a goderlo, con tutto ciò che lo precede (settimana intensa) e che lo seguirà. Con l’auspicio che sia una conquista virtuosa!».

 

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button