BRAAttualità
In primo piano

Bra allo studio 3 sottopassi ai binari

Tunnel a doppia canna per le auto e un altro ciclo-pedonale

BRA – Sono due, anzi tre i sottopassi ferroviari in programmazione. Lo ha annunciato in Consiglio comunale il sindaco Gianni Fogliato. Rispondendo all’interrogazione riferita sullo scorso “Corriere”, Fogliato (Pd) ha confermato che lo studio di fattibilità commissionato a maggio all’ing. Guido Marenco di Torino non c’è ancora.«Appena pronto – ha proseguito – sarà presentato in commissione Lavori Pubblici». Poi senza precorrere ha fornito alcune anticipazioni. Il progetto – che si spera sarà realizzato, dopo quello a lungo cullato e infine abbandonato del­la copertura binari, costato 725­mila euro e bollato da Lega e alleati di minoranza come «presa in giro» – consisterà principalmente in una galleria a doppia canna per le auto. L’imbocco dal centro dovrebbe situarsi sull’ex scalo merci di via Trento e Trieste, area che il Comune intende acquisire dalle Fs e usare anche per parcheggi. Quello in Oltreferrovia presso via Piumati. A pedoni e ciclisti sarà riservato un altro e distinto tunnel da questa stessa strada fino ai giardini di piazza Roma. L’adiacente passaggio a livello, storica cesura viabilistico-urbanistica braidese, ver­rà dismesso. Fogliato non ha azzardato cifre ma detto che per i finanziamenti si confida nella collaborazione di Rfi, che ha fondi vincolati a opere del genere, Regione e Stato (Recovery Plan). L’operazione sottopasso s’accompagnerà a una revisione delle intersezioni viarie nell’ampio comparto dei dintorni, tra piazza Giolitti, viale Rimembranze e corso 4 Novembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button