BOSSOLASCO: Sorge in colle elevato nell’Alta Langa, ai cui piedi scorre il torrente Belbo. Da quell’altura lo sguardo spazia su molte basse regioni del Piemonte e stendesi al Monferrato, ai monti liguri e alle Alpi che ne incoronano l’orizzonte.Così, nel 1891, Gustavo Straforello definiva Bossolasco nel suo volume “Geografia d’Italia”.

La Perla delle Langhe

“La Portofino delle colline”, “Il paese delle rose”, “La perla delle Langa”. I tanti soprannomi attribuiti a Bossolasco danno l’idea della suggestione e della bellezza di questo antico borgo di quasi 700 abitanti, adagiato sulle colline tra le valli del Tanaro e del Belbo.

Un suggestivo scorcio del centro storico

Proprio una rosa troneggia sul cartello di benvenuto al paese. Perchè in estate le piazze e le vie sono impreziosite con coloratissimi fiori, mentre lungo la via centrale crescono profumate rose di tutte le varietà. Al borgo antico si accede dalla Piazza Ragazzi del ‘99, fino al secolo scorso chiamata Piazzetta di San Cristoforo. Qui vi sorgevano la Chiesa e l’Ospedale di San Cristoforo: quest’ultimo era gestito dalla Congregazione della Carità di Bossolasco il cui scopo era “distribuire i soccorsi secondo i bisogni dei poveri”. Dalla fine dell’800 la chiesa venne utilizzata come deposito e successivamente venduta ai privati. Percorrendo l’antica salita nel centro storico di Bossolasco, oggi via Umberto I, si raggiunge la piazza centrale, sulla quale si affacciano la chiesa Parrocchiale dedicata a San Giovanni Battista e il Palazzo Balestrino dei Marchesi del Carretto.

L’ex chiesa sconsacrata
che ospita il Municipio

Edificato tra il 1664 e il 1667, questo imponente edificio fu costruito dai Signori di Bossolasco dell’epoca nei pressi del castello, ormai caduto in rovina e di cui oggi purtroppo non resta traccia. Per la costruzione furono utilizzate proprio le pietre recuperate dai ruderi del maniero. Tra gli edifici religiosi, oltre alla parrocchiale, meritano una visita la panoramica chiesa della Madonna della Mellea, una costruzione barocca costruita nel 1600 come ringraziamento per essere stati risparmiati da un’epidemia di peste, e le piccole chiesette di San Rocco, Santa Maria Maddalena e Santa Maria degli Angeli. In una piccola e suggestiva chiesa sconsacrata, dedicata a Maria Santissima, hanno invece trovato posto gli uffici del Palazzo Comunale.

Il 7 giugno 2015 in Piazza XX Settembre è stata inaugurata l’opera monumentale “L’Angelo dell’Alta Langa” dell’artista contemporaneo Daniele Cazzato. E’ un’opera magnifica e imponente, che vuole ricordare un evento storico avvenuto a Bossolasco durante la Seconda Guerra Mondiale. In quell’occasione, l’intero paese si mobilitò per accogliere e proteggere un gruppo di ebrei in fuga dall’oppressione nazista, nascondendoli e salvando loro la vita. L’ala sinistra dell’angelo ha la posa di un abbraccio, a simboleggiare l’accoglienza. Quella destra è protesa in avanti, forte e pronta a fermare ogni minaccia. Itinerari naturalistici Una rete di sentieri di grandissimo interesse panoramico e naturalistico attraversa il territorio di Bossolasco.

In questa alternanza di boschi, vigneti, pascoli e campi coltivati è possibile incontrare una flora e una fauna di assoluto rilievo, tra orchidee selvatiche, scoiattoli, caprioli, tassi, volpi e uccelli rapaci.

Sentiero Biancospino: il tracciato, che parte dalla Circonvallazione Bauzano, richiede un tempo di percorrenza di circa un’ora. Nel primo tratto si attraversa un esteso bosco, fino alla pittoresca località Lomonte. Da qui, il sentiero segue l’antica strada romana che collegava la Valle Belbo e Bossolasco. Ai lati del tracciato si possono ammirare gli antichi muretti in pietra di Langa a secco, in ottimo stato di conservazione, mentre in alcuni tratti è visibile l’antico ciottolato in pietra.

Sentiero Orchidea: Richiede un tempo di circo 3 ore. Una discesa in un bosco suggestivo ci conduce ai ruderi di antichi “ciabòt” ed alle grotte usate come rifugio ai tempi della Resistenza. Superato questo tratto si giunge ad un’antica torretta: la Torre del Casino. Il suo nome, così come il suo utilizzo, sono sempre stati molto incerti e fonte di curiosità. Secondo alcune teorie si trattava di una torre di caccia, edificata per avvistare cervi e cinghiali. Proseguendo nel bosco, dove gli osservatori più attenti potranno facilmente individuare le tane dei tassi e delle volpi, arriviamo alla località Porrera e quindi a Bossolaschetto, dove è possibile dissetarsi da una sorgiva vicino alla Cappella di Maria Maddalena. Proseguendo sulla via del rientro, si attraversano Bric Buscaglino e Località Fontana Azzurra, da cui si torna in paese seguendo la Provinciale.

Sentiero Rosa Canina: E’ un bel tracciato, che richiede poco più di due ore, che prende il via dalla località Fontana Azzurra. E’ caratterizzato dalla presenza di fonti sorgive naturali, facilmente individuabili in primavera, ma anche dall’intenso profumo dei fiori. Il tracciato conduce alla piccola ma suggestiva Cappella di Santa Maria degli Angeli in Località Pezzea. Sentiero Papavero Rosso: Tempo previsto 2 ore e 30 minuti. Da notare, lungo il tragitto, le molte singolari conformazioni di alberi e radici e, in primavera, la fioritura di bellissime orchidee selvatiche e cespugli di ginestra. La passeggiata può essere allungata con un tratto della passeggiata “Rosa canina” per fare visita alla Cappella in Località Pezzea.

Sentiero Ginestra: Dalla località Bicocca parte questo breve sentiero percorribile in circa 30 minuti. Al bosco fitto e ombroso si contrappongono gli splendidi spazi aperti dei campi sulla cresta della località Bicocca, dai quali si gode una spettacolare vista della Valle Belbo e dell’Arco Alpino. Il sentiero ci conduce alla Cappella di San Rocco.

Sentiero Pervinca: Tempo previsto 3 ore e 30 minuti. Questo sentiero ci permette di scoprire alcuni angoli incontaminati del territorio di Bossolasco, ma soprattutto ci conduce al Lago Verde. E’ un tranquillo laghetto che nasce dalle acque del fiume Belbo sulle cui sponde si può consumare un pic-nic e riposare in­disturbati.

[vc_custom_heading text=”Ospitalità a Bossolasco” font_container=”tag:h1|text_align:left”][vc_basic_grid post_type=”post” max_items=”4″ element_width=”6″ grid_id=”vc_gid:1532710540124-5936a2ec-6e89-2″ el_id=”98199, 98193, 98184, 98177″]