CHERASCOCultura e SpettacoliEventi

Conferenza e mostra raccontano l’arte ebraica cheraschese

“Musica e segno” insieme ad esposizione di disegni originali

In occasione del Premio Cherasco Storia l’associazione Cherasco Cultura e il festival InPoetica organizzano a Cherasco la conferenza dal titolo “Musica e segno nel ‘900 e nel mondo ebraico”, a cura dell’architetto Alessandra Morra, direttrice artistica di InPoetica. La conferenza, che avrà come ospite il prof. Gaston Fournier Facio, in dialogo con Alessandra Morra, è in programma venerdì 1° ottobre alle ore 17.30 nella sede del Premio Cherasco Storia, in piazza dell’Arco del Belvedere. Laureato in storia e musicologia, Fournier Facio ha al suo attivo una lunga e luminosa carriera come coordinatore o direttore artistico di alcuni tra i maggiori teatri del mondo. In Italia ha lavorato con il Maggio musicale Fiorentino, l’Accademia nazionale di Santa Cecilia, il Teatro Alla Scala di Milano e il Regio di Torino. Ha pubblicato molti libri, tra i quali quelli su Wagner, Mahler, Henze, Claudio Abbado, a cui si aggiunge un imminente volume su Giuseppe Sinopoli. In virtù dei suoi studi su Mahler, la Repubblica d’Austria lo ha insignito della Croce d’onore per l’Arte e la Scienza.

Il dialogo tra Fournier Facio, uno dei più importanti esperti di musica e teatro a livello internazionale, e la curatrice di InPoetica Alessandra Morra, porterà il pubblico in un appassionato excursus tra le arti, in particolare, tra musica, teatro e pittura, e permetterà di approfondire l’opera e la poetica di alcuni tra i massimi rappresentanti della cultura ebraica del Novecento. Dal 1° al 3 ottobre, nel salone del Consiglio comunale in municipio, sarà visitabile gratuitamente un’anteprima della mostra “Lele Luzzati, musica, segno e colore nel mondo ebraico” che si terrà a Cherasco, a palazzo Salmatoris, tra marzo e maggio 2022, quale ideale omaggio al centenario della nascita del grande artista genovese. La Lele Luzzati Foundation esporrà per l’occasione 4 disegni originali, corredati da didascalie, realizzati da Luzzati per il volume di Giacoma Limetani “Gli Uomini del Libro”, Adelphi 1990.

Narratrice, saggista e traduttrice, Limetani è una delle figure intellettuali più significative dell’Italia ebraica del secondo Novecento, maestra di cultura e saggezza, morta a Roma all’età di 90 anni. A completare l’anteprima il testo che Giacoma Limetani dedicò a Luzzati, “Lele, Luz Lezin, Meliz” e la proiezione del film “Jerusalem”. Sia l’accesso alla conferenza, sia l’ingresso all’anteprima della mostra saranno gratuiti e vincolati al rispetto delle vigenti norme anti-Covid.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button