CRONACA
In primo piano

Traffico e spaccio di droga: quattro arresti nel braidese

Gli uomini della Squadra Mobile e della Polizia Stradale di Cuneo hanno ricostruito la fitta rete di clienti che si rifornivano da una coppia fermata lo scorso autunno.

Attraverso gli elementi raccolti durante una precedente indagine, gli investigatori di Squadra mobile e Polizia stradale sono riusciti a ricostruire la rete dei clienti che si rifornivano di cocaina da una coppia arrestata nell’autunno dello scorso anno, durante quella stessa indagine. “Nel contesto della nuova attività investigativa – spiegano dalla Questura – è emersa in particolar modo la figura di un quarantenne albanese residente a Bra, E.L., conosciuto nell’hinterland come «il modello» per il suo abbigliamento curato e l’alto stile di vita,  che,  prima del lockdown dovuto al coronavirus, era solito gravitare  nell’ambito dei locali della movida di Bra e dintorni”. I pedinamenti effettuati dagli agenti e le dichiarazioni resi da alcuni tossicodipendenti hanno fatto emergere come “il modello”, insieme a tre connazionali, “avesse preso in mano parte del mercato dello spaccio di cocaina nella zona di Bra,  lasciato scoperto dopo gli arresti eseguiti a novembre”.

Allora la Polizia aveva fermato un uomo e una donna, anch’essi di origine albanese e legati sentimentale, che avevano avviato, ricordano dalla Questura, “una fiorente attività di spaccio di cocaina per  rifornire i tossicodipendenti del braidese”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button