dal PiemonteAttualità
In primo piano

Covid: il Piemonte è arancione, ‘ma tenere alta a guardia’

Cuneo ancora rossa. Cirio e Icardi, non abbassare l'attenzione

Il Piemonte torna da oggi arancione, ad eccezione di Cuneo che dovrà attendere fino a mercoledì. Dopo quattro settimane di zona rossa, si allentano dunque le misure di contenimento del Covid-19.

Riaprono negozi, parrucchieri, estetisti, banchi extra alimentari nei mercati e tutti gli esercizi commerciali considerati non essenziali.
Questa mattina rientrano in classe gli studenti fino alla terza media, mentre alle superiori le lezioni in presenza saranno al 50%. Bar e ristoranti proseguono con l’asporto e il delivery.
“Il ritorno in zona arancione è un segnale importante e anche i dati della pressione ospedaliera mostrano finalmente una progressiva riduzione dei ricoveri sia in terapia intensiva che in degenza ordinaria”, affermano sul sito internet della Regione Piemonte il governatore Alberto Cirio e l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi. Ma “dato che il numero complessivo dei contagi e dei ricoveri resta comunque alto, così come lo sono drammaticamente le vite e gli affetti che il Covid si sta portando via”, Cirio e Icardi evidenziano che “oggi più che mai riaprire non significa abbassare il nostro livello di attenzione e prudenza, ma al contrario alzarlo ancor di più”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button