Sport InvernaliBRASPORT

Alessandra Garesio è il nuovo presidente dello Sci Club Garesio Sport

BRA – Si è svolta venerdì 15 Novembre l’assemblea straordinaria dello Sci Club Garesio Sport che, tra gli altri punti, ha eletto il nuovo consiglio direttivo e in particolar modo il nuovo presidente alla luce della scomparsa, la scorsa estate, del Cavalier Giovanni Garesio, capostipite della famiglia che oltre ad aver fondato l’omonima attività commerciale ha insegnato a sciare nell’amata Limone Piemonte a moltissimi braidesi e non solo.
Il nuovo consiglio direttivo è un mix di novità e tradizione e comprende tre soci che nel 1987 fondarono il sodalizio: Bruno Brossa, vice presidente, Michele Vaiano e Domenico De Marco.
Del team attivo negli ultimi anni sono stati confermati Davide Barberis, tesoriere, Simona Vaiano, segretaria, Matteo De Marco, Francesco Vaiano, Giorgio Grosso, Paolo Gotta e Angelo Bonura.
I nuovi ingressi sono Alessandra Garesio, Enzo Burdese, Constantin Caraiman, Gigi Giacosa, Marco Pennella e Paola Rosso che con grande entusiasmo hanno accettato l’incarico.
In un’ottica di continuità con il passato, tutti i soci hanno votato all’unanimità Alessandra Garesio, figlia di Giovanni, come presidente continuando pertanto la tradizione di avere un Garesio al vertice del sodalizio.
Abbiamo quindi voluto scambiare due battute con lei.
“Signora Garesio quale è stata la sua reazione quando è stata eletta come presidente dello Sci club?.”
“Sono stata onorata di quest’investitura e ho accettato in primo luogo per mio papà perché penso che sarebbe stato felice di sapere che il suo ruolo sarebbe stato preso da me. Spero di essere all’altezza perché sostituire una figura carismatica e ben voluta da tutti come quella di mio padre non sarà sicuramente facile, ma credo che è stato creato un bel gruppo che potrà fare un ottimo lavoro continuando il percorso di crescita che da diversi anni mio papà stava portando avanti”.
“Sicuramente suo padre è stato uno dei simboli dello sviluppo dello sci in provincia di Cuneo e non solo, una passione che immagino vi abbia trasmesso.”
“Oltre all’attività lavorativa, viveva per lo sport e in particolar modo per lo sci, passione che ha trasmesso a tutta la famiglia e sicuramente anche ai tanti soci dello sci club, e non solo, a cui ha insegnato a sciare; senza dimenticare l’attività svolta in LIFT per lo sviluppo della stazione sciistica di Limone”.
“Per quanto riguarda questa la nuova stagione dello sci, quali sono i programmi del nuovo direttivo?”
“Il direttivo è un bel mix di conferme e nuovi elementi grazie ai quali vogliamo cercare di dare una ventata di novità mantenendo comunque il nostro storico canovaccio di gite, corsi di sci e snowboard, e servizi per i soci.”
“Per quanto riguarda le gite avete già un programma?”
“Il programma è pronto e la stagione si inaugurerà domenica 1 dicembre a Cervinia e il 15 dicembre ci sarà il secondo appuntamento a Val Thorens. Si ripartirà a Gennaio, fino a inizio aprile, con una gita quasi tutte le domeniche tra Francia, Val Susa e Valle d’Aosta. E’ confermato e praticamente in sold-out da un paio di mesi la tre giorni dolotimitica in Val di Fassa a Carnevale, come l’appuntamento delle gite del lunedì per i più fortunati che possono godere di piste deserte tirate a lucido.”
“Perché uno sciatore dovrebbe venire in gita con voi piuttosto che andare a sciare da solo?”
“Penso che i motivi possano essere almeno tre: il primo è la convenienza economica in quanto offriamo pacchetti gita con trasporto in bus, skipass e merenda sinoira a fine giornata che costano normalmente molto meno del prezzo che lo sciatore singolo pagherebbe per il solo skipass, il secondo è la possibilità di visitare comprensori straordinari dove da soli difficilmente si andrebbe ad esempio per il costo del Frejus o per la lunghezza del viaggio in macchina e il terzo è l’atmosfera festosa della giornata perché dopo una settimana lavorativa siamo convinti che si possa anche sciare insieme, per chi vuole, ma solo con il sorriso e in un clima di festa dove lo sciatore ha un unico obiettivo: divertirsi. Lo sci club pensa a tutto, al trasporto, a far avere gli skipass dal bus, a fare da guida per chi non conosce le piste, a raggiungere le migliori baite della zona a preparare la merenda sinoira di fine giornata”.
“I corsi di sci e snowboard sono da sempre un vostro marchi di fabbrica, anche quest’anno saranno confermati?”
“Sicuramente questa è una delle nostre pietre miliari, mantenendo il format delle 2 ore di lezione per 4 weekend con le alternative del sabato a Prato Nevoso con la Scuola di Sci Zeronove o la domenica Limone con la Scuola. Anche in questo caso il goal è riuscire ad offrire corsi per piccoli gruppi, circa 5 o 6 bambini, a prezzi veramente competitivi.”
“I corsi sono solo per i bambini e per quale livello?”
“I corsi sono per bambini, ragazzi e adulti, partendo dai principiati assoluti fino a chi vuole affinare la tecnica. I numeri importanti ci permettono di fare gruppi omogenei di livello ed età. Al termine di ogni corso chiudiamo con una garetta che è in realtà una festa con merenda conclusiva nella quale specie di principianti dimostrano la loro abilità.
“Chiudiamo con un’ultima battuta sui servizi e benefici che offrite ai vostri soci”
“Oltre alla partecipazione alle gite e ai corsi di cui abbiamo già parlato, i nostri soci hanno sconti sugli skipass per tutte le stazioni della provincia di Cuneo, Val di Susa, Valle d’Aosta e Sud della Francia, possono acquistare l’assicurazione RC obbligatoria per molte regioni come il Piemonte (non pagando l’extra prezzo sul singolo skipass) a prezzo molto competitivo e sfruttare il servizio di biglietteria della Riserva Bianca di Limone P.te che permette di ricaricare il proprio skipass a tariffa scontata nelle sedi di Alba e Roreto e di andare quindi direttamente in pista evitando le estenuanti code in cassa. Buona stagione sciistica a tutti!”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button