BRAAttualità

Strada Orti perde le sue “zebre”, Anas le cancella perchè pericolose

Non sarebbero stati autorizzati e risulterebbero pericolosi: per questo Bra è stata costretta a cancellare due attraversamenti pedonali in strada Orti. Si tratta di “zebre” che erano state tracciate in corrispondenza di altrettante fermate del bus della conurbazione dopo la discussa “urbanizzazione” di questa tratta della statale 231.

Discussa perché l’opera, finanziata dal Comune con qualche centinaio di migliaia di euro di contributi statali, è sempre stata osteggiata e definita inutile dalle minoranze consiliari. Men­tre è stata difesa come opportuna e necessaria dagli abitanti della zona che avevano anche raccolto le firme per sollecitarla. Ora la cancellazione degli attraversamenti potrebbe riaprire la polemica.

L’assessore Luciano Messa: «Siamo stati costretti a intervenire da Anas». Per quale motivo? «Esigenze di sicurezza e visibilità che a detta di questo ente non sarebbero state rispettate. Noi siamo di parere diverso e abbiamo già predisposto una nuova documentazione per chiedere, anche in deroga o con una soluzione che ci auguriamo si possa trovare, un ripristino degli attraversamenti». Se ne sente «l’esigenza» – rileva ancora Messa – per consentire agli utenti del trasporto pubblico di raggiungere il lato opposto della carreggiata, l’unico dotato di marciapiedi. Assurdamente, infatti, ora le fermate bus sono scollegate dal percorso perdonale. Per servirsene tocca “tagliare” a proprio rischio e pericolo un nastro d’asfalto percorso quotidianamente da migliaia di veicoli.

Se questa è sicurezza… Sergio Panero, l’ex candidato a sindaco e attuale consigliere di minoranza che nella stessa veste in passato era stato tra i più critici in Consiglio dell’intervento fatto in strada Orti, commenta: «Dopo le minacce di chiudere i passi carrai delle abitazioni frontaliere, l’Anas “cancella” gli attraversamenti pedonali.  Sono chiaramente pressioni per indurre il Comune a prendersi in carico questa tratta con tutti i costi di manutenzione che ne deriverebbero. Insieme a un marciapiedi che quasi nessuno usa, siamo di fronte al frutto dei dispendiosi lavori svolti. Non a caso noi eravamo contrari».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button