BRAAttualità

I colori dell’autismo: convegno e altre iniziative a Bra

Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di autismo, nel bene e, più frequentemente, nel male per evidenziare problemi e disservizi; se ne parla per “business” e spesso alle parole non seguono fatti concreti. Finisce sovente che di autismo ne parlino tutti, ma che in ben pochi lo conoscano davvero e, purtroppo, è solo conoscendolo bene che si possono aiutare le persone che lo “vivono” nella quotidianità di ogni giorno.

L’autismo non è una malattia, l’autismo è una neuro diversità, è, detto in parole semplici, un funzionamento diverso dal nostro. Una volta capito questo, spetta a noi aiutare i soggetti autistici affinché riescano ad adattarsi al nostro mondo senza ostinarci noi a voler cambiare loro, ma semplicemente accettandoli e cercando di comprendere la loro diversità e tutto ciò che questo comporta.

Questo è il messaggio che lancia l’Angsa (Associazione nazionale genitori soggetti autistici) sezione Torino – Gruppo di Bra, cioè far conoscere le difficoltà che vive ogni giorno un soggetto con autismo “obbligato” a vivere nella nostra società, affinché tutti, conoscendo meglio l’autismo, possano imparare ad avvicinarsi a questa diversità nel modo giusto, e, chissà, apprezzandone il patrimonio di sensibilità e la ricchezza di sentimenti che questi bambini ci trasmettono.

Da questa idea, in occasione del 2 aprile, Giornata mondiale della consapevolezza sull’Autismo, nasce l’evento “I colori dell’autismo”,  organizzato dal Gruppo di Bra  con il patrocinio del Comune, che si terrà domani, sabato 6 aprile, a partire dalle ore 16.30, al centro polifunzionale “G. Arpino” in largo della Resistenza. L’evento vedrà protagonista la dott.ssa Luisa Di Biagio, psicologa autistica ad alto funzionamento, che ci illustrerà il tema autismo con la sua visione “dal di dentro” per riuscire a farci davvero conoscere tutti i colori e le sfumature dell’autismo.

In questo modo, si spera, riusciremo a dimenticare per un po’ l’idea di autismo come immagine stereotipata di un bambino che urla o si tappa o le orecchie sostituendola con l’immagine, molto più bella, di un bambino felice e sorridente come tutti gli altri e che, magari, in più saltella e sfarfalla le mani per la felicità!

Durante l’evento si parlerà anche del progetto “Summer camp”, il camp estivo nato a Bra e sostenuto anche dal Comune, volto a soddisfare le esigenze dei bambini “speciali” e a dar loro l’opportunità di  potenziare, anche durante l’ estate (stagione tradizionalmente povera di iniziative di questo tipo), le proprie autonomie. Al termine del convegno, verrà approntato un buffet di ringraziamento per chi avrà avuto la cortesia di partecipare.

Per terminare, ricordiamo altresì che quest’anno, in occasione del 2 aprile, per promuovere una corretta cultura sull’autismo si parlerà di questo argomento in molte scuole braidesi, di diverso ordine e grado, e gli studenti avranno il “compito” di indossare un braccialetto blu, come simbolo di sensibilizzazione verso una tematica tanto attuale quanto delicata.

Angsa – Gruppo di Bra

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button