LettereRUBRICHE

Condannato il leghista Calderoli: paragonò ministra a un orango

Condanna a una pena (sospesa) di un anno e 6 mesi per Roberto Calderoli, senatore della Lega e marito dell’ex presidente della Provincia di Cuneo, Gianna Gancia, attualmente consigliera regionale del Piemonte.

Nel 2013 Calderoli in un comizio aveva paragonato a un orango Cécile Kyenge, di origini africane e all’epoca ministro della Repubblica Italiana per l’Integrazione. Il leghista si era poi trincerato dietro all’insindacabilità delle sue critiche, trattandosi di un eletto a Palazzo Madama. Ma il Tribunale di Bergamo ha fatto ricorso sostenendo che non vi è nesso alcuno tra gli insulti e l’attività di parlamentare che vi ricorra per «spiegare» la sua politica. La Corte Costituzionale ha infine dato ragione al ricorso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button