BRABasketSPORT

Basket: vittorie in trasferta in Serie C e promozione per l’Abet Bra

GINNASTICA TORINO – BT71 ABET BRA 46-85

(15-18 4-20 14-25 13-22)

Torino: Gatti 18, Cesaria 8, Fea 6, Passarino 4, Marangoni 4, Ruà 3, Petruzzi 2, Quaranta 1, Gavagnin, Graco.

Bra: Cortese 17, Zabert 17, Negro 12, Corvalan 10, Mattis 8, Stetco 6, Cagliero 6, Gramaglia 4, Eirale 3, Caldarone 2. All. Siragusa, ass. Sanino E., Barberis

Seconda partita consecutiva in trasferta e secondo risultato positivo consecutivo per i Braidesi.
La partita dura poco più di 10 minuti, poi l’ABET allunga e infine dilaga.
Il piano partita nella sua essenzialità si è dimostrato efficace, limitando a 46 punti i padroni di casa, relegandoli a soli 4 punti nella seconda frazione di gara.
Archiviata la pratica Ginnastica, tutte le energie vanno dirottate sulla prossima gara in casa contro Pinerolo Sabato 18 dicembre alle ore 18.

ABC CARMAGNOLA – BT71 ABET BRA 52-54

(14-13, 12-9, 10-14, 16-18)

Carmagnola: Piperno, Sola 6, Paschetta 13, Panuele, Milanesio 18, Aghemo 9, Ingaramo, Dal Sasso 5, Libera NE, Giraudo 1, Sola.

Bra: Argiro’ 8, Oberto 13, Milano, Fosca 2, Marenco 3, Gatto 18, Silvestro 2, Tunzi, Bevione 8, Cosentino, Tabi. All. Sanino A.

Vittoria sofferta sul difficile campo di Carmagnola. La squadra di casa addormenta la partita con un ritmo molto basso e serve una gran prova di carattere per strappare i due punti.
Le marcature le aprono i padroni di casa con un comodo appoggio; Bra pasticcia in attacco forzando un paio di conclusioni, mentre Carmagnola viene lasciata libera di muovere il pallone con regolarità. L’area è molto chiusa ma per fortuna la precisione dall’arco di Bevione e Gatto è buona e Bra rimane incollata alla gara, 14-13 alla prima sirena.
Nella seconda frazione si riesce ad alzare il ritmo con l’ingresso di Tabi e Fosca bravi a mettere un po’ di intensità difensiva ma l’attacco è ancora molto sterile e, i soli a mettere punti a referto sono Gatto e Bevione.
Si cerca di mantenere alto il ritmo con l’ingresso di Cosentino, Milano e l’esperienza di Tunzi ma,
Carmagnola approfitta da seconde opportunità a mettere a referto punti così da andare a riposo all’intervallo lungo sul 26-22 locale.
Nel terzo quarto sono ancora i bianco arancio a dettare il ritmo dell’incontro; serve una sterzata di Oberto che mette in campo tutto il suo repertorio; palla recuperata, appoggi al vetro e tripla che danno un po’ di slancio ai bianco blu.
Finalmente Argiro’ dà un segno di vita in attacco e Bra avanza. Nel finale di frazione però sono ancora alcune disattenzioni difensive a rimettere in pari la gara 36-36.
Gli ultimi 10′ partono con un perentorio 9-0 di parziale per i braidesi, 36-45. L’ingresso di Silvestro è un toccasana, tanta energia e presenza in area e con
Oberto che toglie completamente da gioco il pericolo numero 1 Paschetta, Bra sembra poter chiudere la gara.
Sembra, perché l’uscita per falli di Fosca scombussola i braidesi che non trovano più equilibrio difensivo e Carmagnola si rifà sotto 41-45.
Bra però è brava con pazienza a trovare due punti al ferro da parte di Marenco e blocca l’inerzia locale.
Il lungo Milanesio è caparbio, nonostante due buone difese, a farsi largo in area e ricucire ancora.
Gatto trova la tripla seguito da un ritrovato Argiro’ che firma il 48-53.
Gli ultimi 30” non sono per i deboli di cuore; Bra costruisce un buon tiro ma non è fortunata. Milanesio accorcia ancora di pura forza.
Nell’azione seguente Carmagnola ricorre al fallo sistematico e Silvestro va in lunetta (0/2). Bra difende bene prende rimbalzo difensivo ma una incomprensione fa sfuggire il pallone che va nelle mani di Aghemo che appoggia, 52-53.
Time out coach Sanino che con 2,6 secondi disegna la rimessa a tutto campo che permette di subire un fallo su Gatto che lascia 0,6 decimi.
Con freddezza il capitano segna il primo e sbaglia il secondo; errore che fa partire il cronometro e non permette la riposta locale.
Finale 52-54.

“Vittoria sofferta ma che fa bene per costruire il carattere della squadra – commenta coach Sanino al termine – abbiamo giocato una gara un po’ sonnacchiosa nel primo tempo, in cui non siamo stati aggressivi difensivamente, lasciando Carmagnola libera di giocare e di conseguenza non abbiamo preso ritmo per giocare in attacco.
Nel secondo tempo l’energia messa in campo è stata diversa abbiamo messo qualche punto in più a referto e siamo riusciti a creare un discreto margine che, abbiamo rischiato di compromettere. Qui però dobbiamo dare credito ai nostri avversari che, nonostante i soli 2 punti in classifica, stanno dando filo da torcere a tutte le squadre non mollando davvero mai. Qui qualche squadra lascerà punti preziosi. Un plauso a tutti i ragazzi. Nel momento di difficoltà si sono uniti e con l’aiuto di tutti l’abbiamo portata a casa.”

Ufficio Stampa

Redazione Corriere

Per informazioni, segnalazioni e invio notizie potete inviare una mail a: web@ilcorriere.net oppure chiamare lo 0173.284077

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button