CHERASCOCultura e Spettacoli

Barbara Villosio in “Trasmettere, senza voce” Mostra nella chiesa di San Gregorio Dal 7 al 29 agosto

CHERASCO – Apre sabato 7 agosto 2021 nella Chiesa di San Gregorio la mostra di Barbara Villosio dal titolo “Tramettere, senza voce”.

Dopo il liceo artistico, Barbara Villosio ha frequentato l’Istituto Europeo di Design a Milano nell’ambito della moda e della fotografia e terminato i suoi studi nelle materie pittoriche presso l’Accademia di Belle Arti di Torino.  Il professore Giorgio Avigdor grande fotografo (personaggio eclettico nel mondo dell’arte a livello internazionale) docente di fotografia presso l’accademia è stato colui che si è accorto dell’estro di Barbara e le ha suggerito di trasformare la sua passione in lavoro. Nel 1994 ha vinto un Symposium de peinture  au Québec in Canada. Nel 1998 si è trasferita per 6 mesi in Canada, presso l’atelier Sautozieuz  crèation a Quebec.

Ha partecipato a rassegne nazionali ed internazionali di pittura, allestendo mostre personali e  collettive. Attualmente vive e lavora a Fossano.

«La sua è una pittura espressionista, – la descrive la critica d’arte Cinzia Tesio – con forti spinte direzionali ed elementi semplificati, come ad esempio le figure umane o la natura, che comunicano una sensazione di potenza; ma è anche una pittura introspettiva, come suggeriscono spesso gli sguardi fugaci delle sue composizioni e l’accumulo successivo di segni, che creano una sorta di labirinto, quasi a voler simboleggiare la difficoltà del nostro tempo e il senso del nostro essere qui. Mi riferisco, soprattutto, agli ultimi lavori, che, attraverso il suo segno, “incidono nel tempo” il tema della pandemia. Un’altra caratteristica della sua pittura è l’accostamento del finito e del non finito, ovvero di parti più dettagliate che prendono forma accanto ad altre in cui si abbandona a larghe spatolature o piccoli segni dettati dallo stato d’animo del momento. Sebbene l’opera nasca da un sentimento interiore lungamente meditato».

La mostra nella Chiesa di San Gregorio sarà visitabile dal 7 al 29 agosto, il venerdì, sabato e domenica dalle ore 16 alle 20. L’ingresso, gratuito, è consentito secondo le nuove disposizioni anti Covid.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button