CevaLANGA CEBANALANGHEScuola

Banco Azzoaglio e Fondazione Cesare Pavese insegnano l’educazione finanziaria nelle scuole attraverso la letteratura e la filosofia

Partita dalla scuola primaria di Bagnasco una prestigiosa partnership che ha l’obiettivo di formare i ragazzi sull’importanza del risparmio e sulla gestione del reddito personale

Il laboratorio tenutosi nei giorni scorsi alla scuola primaria di Bagnasco ha segnato il ritorno delle lezioni in presenza del Banco Azzoaglio di Ceva negli istituti scolastici. La scelta di quest’anno è quella di un’attività congiunta con la Fondazione Cesare Pavese nella quale l’educazione finanziaria viene veicolata attraverso la filosofia e la letteratura con i testi del celebre scrittore originario di Santo Stefano Belbo. Nel primo appuntamento si è letto e commentato il romanzo “Feria d’agosto”, il programma completo prevede ulteriori lezioni e laboratori in altre scuole del territorio che si susseguiranno sino al termine dell’anno scolastico 2021/2022.

“La nostra banca – spiega Erica Azzoaglio, presidente del Banco Azzoaglio – è da sempre particolarmente attenta a supportare la crescita dei ragazzi della comunità in cui opera attraverso molteplici iniziative di sostegno dedicate in modo particolare alle scuole. Abbiamo iniziato un percorso che ci porterà a breve a diventare “impresa benefit” e quindi a prevedere nel nostro Statuto il doppio scopo del profitto e del raggiungimento di benefici comuni legati alla sfera sociale ed ambientale. Il driver principale con cui intendiamo promuovere la crescita sociale è il sostegno all’istruzione. I laboratori organizzati nelle scuole con la Fondazione Pavese rientrano proprio in questo obiettivo. Con la Fondazione Pavese, attraverso il suo direttore Pierluigi Vaccaneo, si è creata una bella e proficua collaborazione che ci ha permesso di portare nelle scuole l’ educazione finanziaria attraverso la letteratura e la filosofia, discipline apparentemente distanti dalla sfera finanziaria, ma certamente accumunate a questa dal fatto di essere essenziali per una crescita dei ragazzi basata su valori che li renderanno adulti consapevoli ed in grado di affrontare le sfide future. E’ stato molto bello constatare la risposta entusiasta di tante scuole che hanno aderito al nostro progetto”.

“L’attività della Fondazione Cesare Pavese – aggiunge Pierluigi Vaccaneo, direttore della Fondazione Cesare Pavese – è quella di tradurre il messaggio pavesiano all’oggi cercando di incontrare e di rispondere alle esigenze delle comunità attraverso la cultura e la letteratura. La collaborazione con Banco Azzoaglio si inserisce perfettamente in questa visione che sposa anche i valori di Azzoaglio nell’operare a stretto contatto con le persone e la loro parte più umana. Gli incontri di queste settimane, nelle scuole della provincia di Cuneo, vogliono raggiungere esattamente questo obiettivo: incontrare i ragazzi e usare il messaggio pavesiano per stimolare la loro creatività, consapevolezza, capacità di pensiero critico e autonomo. I lettori di oggi saranno i cittadini di domani: è questo il miglior investimento che possiamo fare”.

Banco Azzoaglio si avvicina dunque alla letteratura attraverso i testi di Pavese in una strettissima partnership con la Fondazione a lui dedicata visto che, così come la letteratura e la filosofia, anche l’educazione finanziaria è fortemente legata alla ricerca della propria identità e alla percezione di sé stessi perché senza questi due valori non vi è possibilità di impostare un costruttivo percorso di crescita volto al risparmio e alla gestione del reddito personale necessari per ogni ragazzo.

Il calendario delle attività non è finito, in questi giorni si stanno svolgendo le lezioni di educazione finanziaria in partnership sempre con la Fondazione Pavese. Questa volta presso la Scuola Secondaria di Secondo Grado Istituto Tecnico Patetta di Cairo Montenotte con un laboratorio dedicato al romanzo pavesiano “La Bella Estate”. Le prossime settimane presso la Scuola Primaria di Ceva verrà attivato un laboratorio dedicato alle fiabe ed al teatro sempre con focus finale sull’educazione finanziaria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button