Banca e Comune alleati a Cherasco per una nuova aula di informatica

L’Istituto comprensivo “Sebastiano Taricco” di Cherasco avrà presto una nuova aula informatica con la sostituzione di tutti gli apparecchi ormai obsoleti donati da Banca di Cherasco nel 2007. A provvedere sarà questo stesso Istituto di credito.

L’aula, destinata ai 138 alunni della Media del capoluogo, sarà attrezzata con 12 computer, 2 portatili e una Lim, lavagna interattiva multimediale. Donerà tutto la banca mentre il Comune si è assunto la copertura delle spese d’installazione della rete dati ed elettrica.

«In un mondo sempre più digitale, Banca di Cherasco ha ritenuto importante offrire ai giovani i migliori strumenti per la loro formazione. Siamo certi che la nuova aula informatica sarà un valore aggiunto per tutte le classi e sezioni» –dichiara in un comunicato il presidente Giovanni Claudio Olivero.

Il sindaco Claudio Bogetti: «Banca di Cherasco è sempre stata vicina alle esigenze del territorio e della scuola, dimostrando grande attenzione e intervenendo concretamente. Questo dono di materiale informatico all’Istituto comprensivo ha un significato particolare, che va oltre il supporto all’attività didattica. E’ un segno di attenzione verso il mondo giovanile, verso l’educazione, l’istruzione, che devono essere costantemente supportate e valorizzate. Come Amministrazione comunale siamo sempre vicini alle scuole, ma avere anche il supporto di realtà importanti come la Banca di Cherasco permette di mettere al centro la qualità dell’istruzione. Ringrazio Banca di Cherasco per tutto quello che fa per il nostro territorio e soprattutto per il reale contributo che non fa mai mancare ai nostri ragazzi».

Alberto Galvagno, dirigente del “Taricco”: «Già da qualche anno si voleva aggiornare il materiale informatico di quest’aula. Siamo lieti che Banca di Cherasco e l’Amministrazione civica abbiano colto l’importanza di questa iniziativa e abbiano preso a a cuore la realizzazione del progetto».

FOCUS

GUARDIAMOCI INTORNO

Quelle buche in sequenza reclamano una tappata

Un lettore: Visto che nei giorni scorsi erano all’opera con l’asfaltatura a pochi metri di distanza in viale delle Rimembranze, se avessero avanzato un po’ di catrame… ci sarebbe...

Strada Ca’ del Bosco e quel cantiere che langue a Bra

Un lettore: Non so se faccio bene a rivolgermi al “Corriere” o dovrei scrivere a “Chi l’ha visto?” per ritrovare gli operai che ormai da un mese hanno smesso di lavorare in strad...

È vero che nessuno lo vuole, ma non vada a ramengo

Un lettore: Almeno tenete chiuse le finestre di questo palazzotto di proprietà del Comune in via Vittorio Emanuele II, pieno di centro di Bra… E’ vero che hanno provato a venderl...