CHERASCOAttualità

Banca di Cherasco per l’iniziativa “Ucraina 2022. Vicini ai bambini e agli adolescenti”

Il Credito Cooperativo con le Caritas Italiana ed Europee

CHERASCO – Banca di Cherasco ha aderito all’iniziativa nazionale di raccolta fondi “Ucraina 2022. Vicini ai bambini e agli adolescenti. Il Credito Cooperativo con le Caritas Italiana ed Europee”, azzerando, per tutti i Soci e clienti, le commissioni sui bonifici verso il conto corrente intestato a Caritas Italiana presso la Capogruppo Cassa Centrale Banca.

Sul conto “Ucraina 2022. Vicini ai bambini e agli adolescenti” confluiranno i contributi delle singole Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali, Casse Raiffeisen del Gruppo e dei soci, collaboratori, clienti e comunità locali nelle quali opera anche Banca di Cherasco.

Cassa Centrale Banca: IT55 M035 9901 8000 0000 0159 114

(conto corrente intestato a Caritas Italiana)

I versamenti dovranno avere causale: “Ucraina 2022. Vicini ai bambini e agli adolescenti

L’iniziativa benefica, in collaborazione con Caritas Italiana, ha preso avvio pochi giorni dopo lo scoppio del conflitto. È coordinata da Federcasse e promossa dalle Capogruppodel Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale Banca – di cui Banca di Cherasco fa parte con 71 Banche in tutta Italia – del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea e dalla Federazione Raiffeisen dell’Alto Adige.

Tutti i fondi raccolti andranno a favore del progetto di intervento umanitario – soprattutto nei confronti dei bambini e degli adolescenti – che Caritas Italiana sta gestendo in Ucraina e nei Paesi limitrofi sin dalle prime ore successive all’inizio dell’intervento militare russo.

In particolare, Caritas Italiana – in coordinamento con la Caritas Ucraina e altre Caritas europee, soprattutto diPolonia, Moldavia e Slovacchia – ha aperto sul territorio (nella capitale Kiev e non solo) una serie di Centri di assistenza sia per fare fronte ai bisogni immediati, che per dare ascolto e sostegno psicologico alla popolazione sconvolta dalla guerra. I Centri sono operativi anche per la distribuzione di generi alimentari, prodotti per l’igiene, acqua potabile e quant’altro.  Operatori e volontari sono inoltre mobilitati per trasportare le persone più vulnerabili nelle zone più sicure.

L’iniziativa del Credito Cooperativo, nel solco della grande tradizione solidaristica delle BCC, Casse Rurali e Casse Raiffeisen italiane, intende offrire un contributo concreto e immediato alle persone più fragili, come i bambini e gli adolescenti, segnati profondamente da una situazione che gli operatori sul terreno presentano come “estremamente drammatica” e dalle conseguenze pratiche e psicologiche molto preoccupanti.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button