DoglianiLANGHELANGA DI DOGLIANIScuola

Bambini e ragazzi in un flashmob per dare importanza al silenzio

Complice il bel tempo, circa 500 bambini e ragazzi dell’Istituto Comprensivo Luigi Einaudi di Dogliani, con il contributo degli ospiti del Centro Diurno “Nucci Banfi” hanno realizzato un particolare flash mod.

Disposti in riga sulle vie centrali del borgo, hanno consapevolmente alzato i toni, come spesso fanno coloro che cercano disperatamente di far sentire la propria voce. Poi, ad un segnale, improvvisamente, hanno fatto silenzio. Tenendo in altro il proprio personale invito al silenzio – una parola, un simbolo, un disegno, una frase creata in libertà – hanno abbassato i toni per alcuni minuti. Si è creata un’atmosfera quasi surreale, che ha permesso ai presenti e ai passanti di sentire Dogliani, col suono delle auto, delle campane, delle stoviglie nei bar.

L’iniziativa nasce dal Festival della Tv, che si è svolto nel fine settimana fra il 3 e il 5 maggio, ed è denominata “Citu!” da un’idea di Alessandra Schellino, Claudio Durando e Elisa Rolfo resa possibile dalle docenti dell’Istituto comprensivo e dal Comune.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com