Manuela Arami

9 ARTICOLI
0 Commenti

IL MONDO DEL BALON PIANGE LUIGINO VOLETTI DI BOSIA

Bosia- Il mondo della pallapugno è in lutto per la morte di Luigino Voletti di Bosia, campione e appassionato di questo sport che caratterizza Piemonte e Liguria. Aveva 80 anni. Ha iniziato a giocare a 12 anni come terzino nei “Giovani” allo storico sferisterio di via Napione a Torino, fino ad arrivare nel 1973 in Serie A come “spalla” di Felice Bertola. Ma soprattutto è stato protagonista nel gioco della pantalera in Langa, al Torneo dei Paesi, portando Bosia spesso alla vittoria. Ex dipendente delle Ferrovie dello Stato a Torino, al paese natale era tornato definitivamente dopo la pensione. Aveva giocato a lungo nei tornei di pantalera, come spalla in Serie A nel Cuneo e nella Società Valle Bormida e in Serie B con il Bordino Nuovo. Più tardi, molti lo ricordano arbitrare allo sferisterio. Ha trasmesso la passione e insegnato a giocare a tanti bambini, soprattutto ai suoi figli: Giovan...

A Gottasecca inaugurato il nuovo palasport

Il nuovo palasport di Gottasecca ha ospitato la cerimonia di presentazione di tutte squadre di pallapugno delle società che rappresentano i paesi dell’Unione montana Alta Langa. Erano un centinaio gli atleti. Dopo i saluti delle autorità, hanno sfilato le squadre accompagnate dai rispettivi allenatori, presidenti delle società e sindaci dei paesi di provenienza: tre le quadrette di serie A del campionato (Alta Langa, Augusto Manzo e Cortemilia), due di C2 (Augusto Manzo, Castellettese, Castino e Gottasecca) e quelle che affrontano i campionati del settore giovanile e femminile rappresentanti le sei società langarole (Alta Langa, Augusto Manzo, Castellettese, Castino, Cortemilia e Gottasecca). Infine, si è tenuto un momento conviviale offerto dal Comune di Gottasecca e dalla nuova gestione del bar-ristorante-pizzeria “Ambrass ed Langa”.

A Cortemilia ragazzi isolati per 9 giorni senza tecnologie

Cortemilia. Si è svolto alla Cascina di Monteoliveto a Cortemilia un progetto co-finanziato dall’Unione Europea attraverso il programma Erasmus Plus e l’Agenzia Nazionale per i Giovani. Si tratta dello scambio internazionale “di5Connected”, organizzato dall’Associazione Vagamondo, che ha riunito per 9 giorni 24 giovani tra i 18 e i 25 anni provenienti da Austria, Croazia, Italia e Romania per confrontarsi sul tema della dipendenza dalla tecnologia e dai social media, sull’impatto che hanno sulla vita di tutti i giorni e sulle relazioni con gli altri. I partecipanti sono stati coinvolti in un percorso che parte dalla scelta di liberarsi dall’uso di ogni tipo di apparato elettronico per alcuni giorni, di riscoprire il rapporto con se stessi, con gli altri e con la natura attraverso l’uso dei 5 sensi per poi concludersi con un riutilizzo più consapevole e sostenibile della tecnologia. “Esse...

Quadri di Rossello donati dalla famiglia al Comune di Cortemilia

Sono stati collocati nel municipio di Cortemilia due quadri del pittore e imprenditore cortemiliese cavalier Pietro Rossello, donati al Comune dal figlio Bernardino che, insieme al figlio Giulio, è a capo della ditta Rossello Vini. Pietro Rossello dagli anni ‘50 iniziò un percorso di crescita della casa vinicola, fondata dal padre Bernardino nel 1920, riuscendo nel tempo a raccogliere riconoscimenti. Il sindaco Roberto Bodrito ringrazia l’amico Bernardino Rossello per il gradito pensiero «che va ad arricchire il patrimonio artistico comunale e che nel tempo testimonierà il forte legame che univa il padre Pietro alla nostra terra».

Nuovo servizio di messaggistica dal Comune di Cortemilia

Il Comune di Cortemilia ha attivato un servizio di messaggistica su WhatsApp per rendere più tempestiva e capillare l’attività d’informazione e di comunicazione sul territorio. Ogni cittadino dotato di smartphone con connessione dati potrà ricevere messaggi di testo e vocali, immagini, link, clip video contenenti notizie ritenute di pubblica utilità. Per iscriversi è sufficiente compilare il modulo disponibile in municipio o  registrarsi sul sito www.comune.cortemilia.cn.it nella sezione Sms e Newsletter.  

Si consolida il ponte tra Bergolo e Torre Bormida

A Bergolo si consolida il ponte sul Bormida. Il viadotto, che collega la frazione Bergamaschi di Bergolo al territorio del confinante Municipio di Torre Bormida, ha 21 anni e manifesta segni di piccoli cedimenti. I danni, dovuti agli agenti atmosferici, sono stati accentuati dall’alluvione del novembre 2016. Il sindaco Mario Marone spiega: «Il primo lotto dei lavori è stato finanziato dalla Regione Piemonte con 90 mila euro. Sono in corso indagini sulla portabilità cementizia e dell’impianto ferroso, il drenaggio dell’acqua e il ripristino del manto». Il secondo lotto, per cui la Regione ha stanziato 107 mila euro, inizierà nel 2019. Ancora Marone: «Dato che in questi anni, diversi mezzi pesanti superiori a 18 tonnellate hanno danneggiato il ponte con il loro passaggio, sarà installato un sistema elettronico che segnalerà alla centrale del comune e dei vigili urbani i casi di infrazion...

“”Come eravamo”: Cortemilia in una mostra fotografica in stile vintage

C’è tempo fino al 30 aprile per consegnare, il sabato mattina all’ufficio Turistico del municipio di Cortemilia, le immagini d’epoca in formato fotografico stampato o digitale in previsione dell’allestimento della mostra “Come eravamo: ricordi e luoghi della nostra memoria”. Gli originali verranno scansionati e restituiti e sarebbe opportuno indicare l’anno e una descrizione. «È un ripensare al passato non in chiave nostalgica, ma un rivivere le emozioni, i costumi e i ricordi – spiega il consigliere comunale Fiorenzo Crema –. È l’occasione per riaprire vecchi album di famiglia e quei cassetti chiusi da tempo che custodiscono memorie di un passato che racconta le radici e l’identità più autentica dei cortemiliesi, riproponendo personaggi, luoghi ormai dimenticati e trasformati, spaccati di vita e vecchi aneddoti.

Ultimo incontro della Scuola Rurale Valle Bormida sul Caso Acna

Il prossimo venerdì 13 aprile, alle ore 20.30 nell’aula magna della scuola primaria di Cortemilia, Maurizio Battegazzore dell’Arpa di Cuneo sarà il relatore dell’ultimo incontro del ciclo di storia locale: “Il caso Acna: una storia da raccontare”. Il tecnico parlerà dello “Stato attuale dell’ambiente della Valle Bormida” soffermandosi sugli interventi di bonifica del sito ex Acna (foto), sulla qualità dell’aria, delle acque del fiume e del terreno che per più di un secolo hanno patito l’inquinamento dell’industria chimica cengese. Il dirigente scolastico Giuseppe Boveri: «Nel novembre 1987 si svolse la prima marcia di protesta del movimento popolare per la rinascita della Valle Bormida e 500 persone manifestarono. A 30 anni da quell’evento che diede il via ad un movimento popolare con caratteristiche uniche, la Scuola Rurale ha voluto approfondire un fatto entrato ormai nella storia»

Al “Cillario Ferrero” nuovo laboratorio sulla filiera della nocciola

E' stato inaugurato all’istituto “Piera Cillario Ferrero” di Cortemilia il nuovo laboratorio di Sgusciatura, Cernita ed Analisi della nocciola, frutto del grande impegno della scuola e della collaborazione fruttuosa con le aziende del territorio e realizzato grazie al contributo della fondazione Crc nell’ambito del Progetto Spazio Scuola. La cerimonia si è svolta alla presenza del dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Stefano Suraniti, del vice presidente della Fondazione Crc, del sindaco e vicesindaco di Cortemilia, dei rappresentanti delle aziende locali, del presidente del consorzio Tutela nocciola Sergio Lasagna e del presidente dell’Ente fiera nocciola Flavio Borgna. La dirigente scolastica Paola Boggetto: «L’allestimento della prima tranche del laboratorio permetterà alla comunità scolastica, in collaborazione con gli enti territoriali, le aziende e le istituzioni pub...
X