Ada Toso

2 ARTICOLI
0 Commenti

Quando uno più uno fa tre!

La settimana scorsa ho saputo da un’amica, che ha circa la mia età, che era tornata a casa dalla mamma dopo alcuni mesi in cui ogni giorno doveva discutere con il marito su mille questioni. Qualche mese fa, invece, un’altra amica mi diceva che era stanca di vivere da sola e cercava l’anima gemella con cui passare il resto della propria vita: non importava se più vecchio o non bellissimo, ma dolce, affettuoso e sincero. Io sono sposata da quasi 36 anni e, nonostante alti e bassi (come per tutti, immagino), non ho mai pensato che avrei potuto separarmi. Essere in due significa sentirsi più sicuri, sapere che quando uno è in crisi, l’altro può essere quello forte e determinato. Preferire stare da soli significa avere bisogno di spazi personali che nessuno ha mai concesso. Ci sono, poi, persone che amano essere un passo avanti rispetto al proprio coniuge: ne hanno bisogno per mantenere la pr...

La fratellanza, un fondamento della democrazia

Nel 1789 durante la rivoluzione francese si auspicavano libertà, uguaglianza e fraternità. Oggi il Papa parla di convivenza fraterna. Sono passati 230 anni e il termine fratellanza rimane un ideale non concretizzato, un obiettivo ancora da raggiungere. Se la libertà e l’uguaglianza hanno trovato un posto nella nostra vita quotidiana e nella legislazione di molti Stati, se nei Tribunali c’è scritto che la Legge è uguale per tutti, se il welfare permette di avere l’assistenza sanitaria e la pensione sociale anche a coloro che non hanno mai versato i contributi o non hanno mai potuto lavorare, raramente troviamo l’applicazione della fratellanza. L’esperienza e l’informazione ci portano a diffidare di chi non conosciamo. Troppe volte abbiamo sentito casi di persone truffate per essersi fidate di sconosciuti che bussano alla porta o, peggio ancora, di parenti che per i loro interessi ci hanno...
X