CORONAVIRUSLANGA DEL BAROLOLANGHEVerdunoSanità

Aumento di casi e 30 ricoveri Covid, a Verduno sospese le prestazioni non urgenti

L’importanza della campagna vaccinale, 48.754 terze dosi effettuate

VERDUNO – I nuovi casi di positività da SARS-Cov2 aumentano esponenzialmente anche sul territorio dell‘ASL CN 2, così come i ricoveri Covid-19 (saliti nelle ultime ore a 30 di cui 2 in terapia intensiva) anche se in modo meno importante rispetto a dicembre 2020, grazie agli effetti della campagna vaccinale.

L’ASL CN 2 informa i cittadini che, come da indicazioni regionali, si è reso necessario un piano di rimodulazione delle attività ospedaliere ed ambulatoriali, al fine di affrontare al meglio questa ulteriore fase della pandemia, salvaguardando i pazienti più fragili.

Tale rimodulazione risulta indispensabile al fine di garantire al meglio la presa in carico delle patologie urgenti ed oncologiche, la prosecuzione della campagna vaccinale ed un’appropriata assistenza ai pazienti Covid positivi (vi è, infatti, una crescente necessità di avere a disposizione maggiori risorse umane per il tracciamento dei contagiati, per poterli seguire sul territorio e per accogliere i cittadini che necessitino di ricovero ospedaliero).

Per tali ragioni, si comunica che:

– è sospesa l’attività operatoria ordinaria, fatta eccezione per gli interventi in urgenza, oncologici non procrastinabili ed elettivi non oncologici di classe priorità A;

– è sospesa l’attività ambulatoriale e diagnostica ad esclusione delle classi di priorità U e B.

Pertanto, i cittadini già prenotati per le prestazioni non urgenti verranno tempestivamente avvertiti della sospensione dell’attività in questione. Le prestazioni verranno recuperate non appena possibile, come già avvenuto nelle precedenti fasi pandemiche acute.

Si confida nella collaborazione della cittadinanza affinchè il periodo di sospensione delle prestazioni sia il più breve possibile, attraverso:

  • l’adesione alla campagna vaccinale: allo stato attuale, sul territorio, sono 141.189 i residenti e domiciliati vaccinati con almeno 1 dose, 128.770 hanno effettuato anche la seconda dose e 48.754 hanno completato il ciclo vaccinale con le tre dosi;
  • il rispetto delle regole di distanziamento sociale, di igiene personale e di utilizzo della mascherina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button