Dall'AstigianoAttualità

Asti: messa in sicurezza tratto cittadino del fiume Tanaro

Dopo lunghi anni di attesa, la zona sud di Asti ha potuto vedere i lavori di messa in sicurezza del tratto cittadino del fiume Tanaro.

Infatti, sono ormai terminati i lavori di rimozione di circa 52.000 mc di materiale litoide dall’alveo del Tanaro, nel tratto compreso tra il ponte di Corso Savona e il Ponte della Ferrovia: questo intervento dell’importo complessivo di 1.124.000 € è stato gestito da Aipo con un finanziamento regionale.

L’intervento ha, poi, previsto l’adeguamento in quota dei rilevati arginali di circa 60 cm, a protezione dell’abitato della zona sud della città, il ripristino degli argini golenali del Fiume Tanaro sotto la tangenziale (danneggiati dagli eventi alluvionali del 2016) e degli argini del Versa, oltre che la stabilizzazione delle sommità arginali più disconnesse a partire dal Comune di Castagnole Lanze sino all’argine del Borbore.

A completamento della messa in sicurezza, sono poi state installate nuove panchine lungo il camminamento e nuovi pali dell’illuminazione pubblica.

Nei mesi scorsi, come è noto, questo intervento ha sollevato polemiche a causa del taglio di tutta la vegetazione cresciuta sulle sponde del fiume e degli argini: come è già stato illustrato all’epoca, non è proprio consentito, in base alla normativa del R.D. 523 del 1904, piantare vegetazione sugli argini, che, invece, devono essere liberi e sgombri per essere monitorati tanto in regime ordinario quanto in caso di piena.

“Ottima – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Stefania Morra –  è stata la collaborazione tra gli uffici comunali e quelli di Aipo che hanno seguito sia la parte progettuale che la parte esecutiva; un particolare ringraziamento va a tutti i tecnici AIPO coinvolti in prima linea che, nonostante alcune difficoltà incontrate durante i lavori, sono riusciti a portare a termine la messa in sicurezza”.

Nell’esprimere grande soddisfazione, il Sindaco Maurizio Rasero ha aggiunto che questo importante progetto è stato portato a termine grazie alla sinergia tra Comune di Asti ed AIPO e che, proprio questo modus operandi, è la dimostrazione che la volontà di collaborare tra Enti è non solo occasione di confronto e formazione per amministratori e dipendenti, ma elemento fondamentale per raggiungere obiettivi ambiziosi e preziosi per il territorio, proprio come nel caso dell’intervento sul fiume Tanaro.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button