Attualità

Asti-Cuneo: altro che la ripresa dei cantieri…

«Il piano di Toninelli per completare l’Asti-Cuneo è un gigantesco regalo al concessionario. Questa volta non lo dice Chiara Gribaudo o i cattivoni del Pd: lo scrive un giornale apertamente filo M5S citando un documento dell’Autorità di regolazione dei trasporti! Non solo si modifica la concessione sulla Torino-Milano rischiando di regalarla a Gavio per altri 30 anni, ma le tariffe sull’Asti-Cuneo crescerebbero per la bellezza di 24 anni di seguito! 24 ! Quando invece con tutti i nuovi ricavi dovrebbero fermarsi o addirittura scendere».

Lo ha scritto sul proprio profilo Facebook, condividendo un articolo de “Il Fatto Quotidiano”, la deputata dem cuneese Chiara Gribaudo. «L’Authority boccia definitivamente la proposta di Toninelli: sarà magari l’ora di finirla? Sarà l’ora di accettare la realtà, tornare alla proposta Delrio e far partire subito questi benedetti cantieri? O il Ministro Toninelli, il finto nemico dei concessionari, vorrà bastonare anche il giornale di riferimento del suo partito e un’Autorità indipendente?» – chiede ancora Gribaudo.

E conclude: «Chi fino ad oggi lo ha difeso a spada tratta o ha fatto orecchie da mercantesi faccia un esame di coscienza e inizi a lavorare per il territorio anziché per il proprio partito: vale tanto per i 5 Stelle quanto per il nuovo presidente del Piemonte Cirio e i suoi alleati leghisti. Il gioco è finito, prendetevi le vostre responsabilità e fate partire questo cantiere con la proposta Delrio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com