Dall'AstigianoCRONACA

Asti, bocconi avvelenati nelle tartufaie i controlli dei carabinieri della Forestale

Polpette rosse, con all’interno capsule bluastre, sono state trovate nel territorio di San Marzano Oliveto, in luoghi abitualmente battuti da ‘trifolao’ e dai loro cani alla ricerca dei preziosi tartufi.

Bocconi avvelenati che avrebbero ucciso i preziosissimi animali, ma anche portato gravi conseguenze all’ambiente.

Sono state le segnalazioni degli stessi trifolao a far scattare i controlli dei carabinieri di Canelli e dei forestali, soprattutto tra le tartufaie di regione Saline, nel Comune di San Marzano Oliveto, area dove è stato trovato il maggior numero di bocconi sospetti. Le ricerche, nei prossimi giorni, saranno estese ai comuni limitrofi, anche con l’impiego di una unità cinofila antiveleno, del Gruppo Carabinieri Forestale di Cuneo.
Kira, questo il nome di una femmina di pastore belga Malinois, è addestrata alla ricerca di sostanze velenose.
“Kira e gli altri cani delle unità cinofile antiveleno del Piemonte – spiegano i carabinieri – sono addestrati nella ricerca di sostanze organiche e di sostanze chimiche. Il loro compito è quello di ricercare, anche in posti poco accessibili, bocconi sospetti e carcasse di animali. Ad ogni rinvenimento il cane antiveleno si limita a segnalarlo con un linguaggio codificato al proprio conduttore esperto, il quale decide se repertare quanto trovato e se farlo analizzare”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button