Dal CuneeseAttualità

Assegnati nel cuneese più di 5 milioni di euro destinati all’edilizia residenziale

IL PRESIDENTE CIRIO E L’ASSESSORE CAUCINO: «ASSEGNATI NEL CUNEESE PIU’ DI 5 MILIONI DI EURO DEL FONDO COMPLEMENTARE DEL PNRR DESTINATI ALL’EDILIZIA RESIDENZIALE: ECCO A CHI ANDRANNO».

«Occasione storica per ristrutturare numerosi stabili, per un bene fondamentale che è per noi la casa. Ringraziamo l’Atc, le amministrazioni comunali e gli uffici regionali per la grande sinergia dimostrata, che ha prodotto i risultati raggiunti».

Anche il Cuneese si è dimostrato rapido a intercettare tutte le opportunità di crescita e di utilizzo delle risorse a disposizione e a cogliere l’occasione d’oro segnalata dalla giunta regionale, dal presidente Alberto Cirio e dall’assessore regionale al Welfare, con delega alla Casa, Chiara Caucino, riguardo al programma «Sicuro, verde e sociale» – legato al Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) – che si propone di favorire l’efficientemento energetico, la riduzione del rischio sismico, la verifica statica e l’incremento del patrimonio dell’edilizia residenziale pubblica. Al territorio andranno quindi 5.200,000 euro finalizzati a 4 interventi: due a Mondovì, uno a Borgo San Dalmazzo e uno a Racconigi per un totale complessivo di 49 alloggi e di 5,307 metri quadrati.

In particolare, per quanto concerne il patrimonio Atc, verranno rimessi a posto, a Borgo San Dalmazzo gli stabili di via Arno e via Piave ai numeri civici 16, 18, 20 e 13B -13-C, per un totale di 27 alloggi, 3070 metri quadrati e un importo di 4 milioni e 500mila euro.

Per quanto riguarda gli stabili comunali verranno riqualificati, a Mondovì,  quelli di via San Pio V 7 (8 alloggi, 980 metri quadrati e 400mila euro) e di via Vico 34-36 (8 alloggi, 586 metri quadrati e una spesa di 250mila euro).

L’ultimo intervento è previsto a Racconigi, in via Vittorio Emanuele III, dove con 300mila euro verranno sistemati 6 alloggi, per un totale di 671 metri quadrati.

Agli uffici dell’assessorato di via Bertola, a Torino, sono giunte dai Comuni della Provincia altre decine di richieste che al momento non possono essere soddisfatte ma che, ci si augura, rientreranno nei futuri finanziamenti, sempre legati al fondo complementare Pnrr.

Gl interventi, come detto, verteranno su opere di efficientamento energetico come il miglioramento delle canne fumarie, degli infissi e la riqualificazione dell’impiantistica secondo le più moderne e meno impattanti tecnologie.

 

«Si tratta di un finanziamento fondamentale per dare quell’impulso decisivo all’edilizia residenziale pubblica – spiegano il presidente della Regione, Alberto Cirio e l’assessore regionale al Welfare, con delega alla Casa, Chiara Caucino – Ringraziamo i Comuni dell’Cuneese e Atc Piemonte Sud per la preziosa collaborazione dimostrata, che si tradurrà nella riqualificazione di quasi 50 alloggi, rendendoli sempre più confortevoli e adatte alle necessità degli assegnatari. La casa, per noi, è un diritto inalienabile e siamo convinti che solo con una collaborazione con tutti i soggetti coinvolti, si possa arrivare a garantirlo davvero a chi ne ha bisogno e soprattutto diritto».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com