ASL CN2. Covid-19, Sono 345 i pazienti positivi, monitoraggio su situazione RSA

ASL CN2. Covid-19, Sono 345 i pazienti positivi, monitoraggio su situazione RSA

Alla data odierna i tamponi effettuati su residenti dell’ASL CN2, sia dal S.I.S.P. sia in sede ospedaliera, sono 1476. Tra i risultati attualmente disponibili (alcuni, infatti, sono ancora in corso di processazione), 345 sono risultati positivi. Dei pazienti risultati positivi l’età media è di 60 anni. Ad oggi si registrano 19 decessi (età media 81 anni) e 9 pazienti guariti (vale a dire pazienti con doppio tampone negativo nel giro di 24 ore). I reparti di ricovero attivi presso il presidio San Lazzaro di Alba offrono più di 100 letti e sono quasi al completo: è, dunque, importante rispettare le restrizioni al contatto sociale, soprattutto per ridurre il peso sulle strutture sanitarie.

Particolare attenzione è rivolta alla situazione delle strutture residenziali per anziani e disabili, strutture in cui la scarsa possibilità di isolamento sociale degli ospiti e la loro fragilità clinica ed anagrafica predispone alla diffusione locale del contagio ed alla comparsa di quadri anche gravi. L’ASL tiene sotto controllo le strutture del territorio tramite il personale del Dipartimento di Prevenzione, del Distretto e della Commissione di Vigilanza. Le Unità Speciali di Continuità Assistenziale sono state attivate anche per aumentare gli interventi di controllo ed assistenza. Anche i casi resi noti dalla stampa (istituto Ferrero di Alba e Casa di Riposo i Glicini di Bra) sono attivamente controllati e in essi sono predisposte misure consuete e straordinarie anche con intervento delle strutture distrettuali dell’ASL. Si ribadisce l’importanza del perseverare nell’ottemperanza alle misure disposte dal Governo per limitare la diffusione del virus.

Contatta l'autore

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Ti potrebbero interessare anche:

Apri chat
Powered by