BRACultura e Spettacoli

Artico Festival torna a Bra dal 23 al 26 giugno

Se è vero che negli ultimi anni, pur con le difficoltà del caso, Artico Festival non si è mai fermato, in questa edizione più che mai è pronto a regalare al suo pubblico quattro giorni di musica, divertimento e abbracci, come suggerisce il claim scelto per quest’anno Abbracciala, abbracciali, abbracciati, citando una famosa canzone di Lucio Battisti: un invito a tenerci stretti, finalmente sottopalco, in un momento in cui la dimensione festival si conferma uno spazio fondamentale di ritrovo e condivisione. La sesta edizione di Artico Festival arriva dal 23 al 26 giugno 2022 ai Giardini della Rocca di Bra, e sarà una grande festa.

Artico Festival è organizzato dall’Associazione Culturale Switch On, in collaborazione con il Comune di Bra.

Tra i protagonisti di questa edizione, Giovanni Truppi, reduce dalle intense performance sul palco del 72esimo Festival di Sanremo e che venerdì 24 giugno a Bra porterà il suo tour Tutto l’universo. Sabato sarà il momento di Joan Thiele, cantautrice e producer italo-colombiana. Vanta collaborazioni con artisti del calibro di Venerus, Mace, Myss Keta, Nitro; mentre cresce l’attesa in vista della sua esibizione sul palco del Primo Maggio a Roma.

 

Sulla scia del successo dello scorso anno, torna la stand up comedy: giovedì 23 giugno inaugura la kermesse Stefano Rapone, noto per aver collaborato come autore con il Trio Medusa e la partecipazione ai programmi TV Battute? e Una pezza di Lundini su Rai 2, Mai Dire Talk con la Gialappa’s Band su Italia1, Natural Born Comedians, Stand Up Comedy e CCN – Comedy Central News su Comedy Central (SKY). Per chiudere la rassegna, torna ad Artico Festival Edoardo Ferrario, già ospite lo scorso anno insieme a Luca Ravenna con il loro Cachemire Tour. Il 26 giugno sarà ai Giardini della Rocca con lo spettacolo Il dittatore sanitario.

Non mancheranno inoltre nomi freschi e giovani del panorama musicale contemporaneo: venerdì vedrà in apertura Emma Nolde, già finalista al Premio Tenco nella sezione Opera Prima nel 2021, e di cui è atteso a breve il suo nuovo disco, prodotto da Emma in collaborazione con Motta. Sabato sarà la volta di Laila Al Habash, cantante romana di origini palestinesi. Classe 1998, è già una delle grandi promesse della scena italiana, che con la sua musica e la sua personalità sta costruendo un nuovo tipo di pop.

Sul palco, anche Vieri Cervelli Montel, il primo artista a uscire per Tanca Records, l’etichetta dell’artista sardo Iosonouncane, già ospite lo scorso anno di Artico Festival, e una delle band più acclamata del momento, i padovani Post Nebbia.

“Come ogni anno, la line up è stata costruita con la massima cura, sempre con l’obiettivo di offrire una proposta artistica ricercata e allo stesso tempo capace di stupire e divertire il pubblico”, racconta Roberto Piumatti, presidente dell’associazione Switch On. “In questi giorni, stiamo lavorando affinché la location torni a essere parte integrante del festival: ci saranno i food truck, un piccolo market e diverse sorprese”.

Torna l’estate e, con lei, le proposte musicali e di intrattenimento che anche quest’anno Artico Festival porta a Bra, grazie alla felice collaborazione con l’associazione Switch Oncommentano il sindaco Gianni Fogliato e il delegato alla Cultura Fabio Bailo -. L’edizione 2022 conferma una programmazione di alto livello, affermandosi sempre di più come importante spazio di cultura e occasione di ritrovo e condivisione nei giardini della Rocca, splendido polmone verde cittadino”.

Per il secondo anno consecutivo, le illustrazioni sono curate da Cecilia Grandi, in arte tuttotonno, con la direzione creativa di Giacomo Mondino.

ASSOCIAZIONE CULTURALE SWITCH ON

L’associazione Switch On realizza eventi e contribuisce all’arricchimento culturale del proprio territorio dal 2012. A Bra (CN) organizza Artico Festival, un appuntamento che anno dopo anno si è guadagnato un posto di spicco tra i grandi eventi estivi del panorama piemontese e nel cuore del pubblico. L’edizione 2021 di Artico Festival infatti è stata realizzata grazie alle donazioni di tutti coloro che hanno creduto in questa iniziativa, aderendo alla campagna di crowdfunding su Eppela. Il progetto per realizzare Artico Festival 2021 è stato tra quelli selezionati dal bando +Risorse di Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, rivolto alle realtà no profit di Piemonte e Valle d’Aosta con progettualità innovative nel campo della cultura e del welfare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button