BRACultura e Spettacoli

Artico Festival: Motta regala il primo sold out

In questo periodo di emergenza sanitaria, anche solo il pensiero di organizzare un festival, appare come una sorta di follia. Eppure i ragazzi si Switch-On, al termine di un’estate tormentata, hanno deciso di buttarsi a capofitto in questa avventura, mandando in scena quella che è una tradizione tutta braidese dal lontano 2012: l’Artico Festival.

Unica differenza, la location. Addio alla suggestiva cornice della Zizzola (troppo complicata da raggiungere e da gestire in tempi di Covid) e via libera ai Giardini del Belvedere, dove era programmata l’edizione 2020. A complicare ulteriormente le cose ci hanno pensato le previsioni del tempo, che minacciano pioggia sia giovedì, che per venerdì, lasciando uno spiraglio per sabato. Così la prima serata, quella che si concentrava tutta sul quel genio ribelle di Francesco Motta, ha cambiato nuovamente casa, entrando nel salotto di Bra: il teatro Politeama Boglione e registrando il sold-out.

Il cantautore toscano è giunto a Bra per presentare il suo libro “Vivere la Musica”, dialogando con il direttore artistico del festival Andrea Dellapiana. Una serata concentrata su tanti aneddoti, spaziando dai talent a Sanremo, dall’amore per il calcio e la virata verso la musica, senza dimenticare la grande preoccupazione per la pandemia, che ha messo in discussione tante cose, compreso il suo lavoro di musicista. Tra tante parole, c’è stato spazio anche per la musica e qualche calice di vino. Motta ha regalato un “mini-live” acustico, offrendo al pubblico una decina di brani, sottolineati da molti applausi. La serata si è aperta con un dj set della crew di radio Ontherock di Bra.

Artico Festival proporrà altre due serate. Questa sera (venerdì 11) alle ore 21, sul palco del Politeama salirà lo storyteller Federico Sacchi con “Wonderful vision”. Il monologo racconterà il sogno di Martin Luther King secondo Stevie Wonder. Lo spettacolo di un grande narratore fra musica, aneddoti e contemporaneità. Fra narrazione e musica, un’esperienza d’ascolto su due uomini che hanno cambiato il mondo.

Sabato 12, infine, se il meteo lo consentirà, ai Giardini del Belvedere ci sarà il live del rapper Johnny Marsiglia. Sarà una serata strana, visto che per garantire il distanziamento, il concerto sarà con soli posti a sedere.

Per informazioni e prenotazioni visitate il sito http://www.articofestival.it/.

Mostra altri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Apri chat