Arrivano altri lampioni a Led per marciapiedi e «zebre»

178
Rinnovi e nuovi impianti. Nel piano illuminazione pubblica finanziato dal Comune di Bra

Ulteriori implementazioni degli impianti d’illuminazione pubblica in Bra. Le ha messe in programma l’Amministrazione civica con l’obiettivo di migliorare la sicurezza viaria. Riguarderanno via Isonzo e via Cacciorna nel quartiere San Giovanni Lontano, via Piumati in Oltreferrovia, via Fratelli Carando e un tratto dell’ex circonvallazione al centro, via Trento e Trieste.

In via Isonzo e via Cacciorna si sostituiranno le plafoniere dei lampioni esistenti con altre a Led, che offrono migliore resa illuminotecnica a fronte di una riduzione dei consumi.

In via Piumati si provvederà a un’installazione dedicata all’attraversamento pedonale situato accanto all’uscita del sottopasso dei binari della stazione Fs; all’altra “zebra” presso il civico 11; al tratto iniziale del marciapiedi e a quello compreso tra i civici 82 e 86 che necessitano di essere meglio rischiarati.

In via Carando i Led andranno a evidenziare l’attraversamento pedonale presso l’intersezione con via Vittone.

Nella trafficata via Trento e Trieste si farà lo stesso su un altro passaggio pedonale.

Nel complesso il progettista, il tecnico comunale Andrea Mignacca, ha previsto un fabbisogno di 46.678 euro. L’assessore Luciano Messa: «“Cloneremo” interventi già fatti negli scorsi anni e molto apprezzati sugli attraversamenti più frequentati. Altri lavori puntuali andranno a soddisfare richieste di ammodernamento di impianti che ci sono state presentate dai comitati di quartiere».