ROERO SUDSanta Vittoria d'AlbaROEROAttualità

Apertura straordinaria dell’area archeologica del Turriglio a Santa Vittoria d’Alba

SANTA VITTORIA D’ALBA – Sabato 10 settembre l’Area archeologica del Turriglio, un monumento di età romana ubicato all’incrocio delle strade che anticamente collegavano Alba Pompeia (Alba) con Pollentia (Pollenzo, Bra) ed Augusta Bagiennorum (Bene Vagienna), sarà aperto strarodinariamente al pubblico.

Il monumento è posto all’interno di un vasto recinto rettangolare in muratura che su un lato si articola in emicicli rivolti verso l’esterno.

La struttura, in ciottoli e ricorsi di mattoni legati da malta, è costituita da un basamento quadrato sormontato da un alto tamburo cilindrico su cui si erge la parte terminale del monumento, articolata in quattro nicchioni contrapposti, originariamente coperti a volta .

La sua interpretazione è tuttora dibattuta. L’ipotesi più accreditata è che si tratti di un imponente complesso sepolcrale databile tra la fine dell’età repubblicana e gli inizi di quella imperiale, formato dal recinto che circondava un monumento funerario a torre del tipo noto per i grandi mausolei urbani. La destinazione funeraria sembra essere confermata dal rinvenimento, all’interno del recinto, di sepolture del tipo ad incinerazione e ad inumazione databili tra il I e il IV-V secolo d.C. a dimostrare che l’area è stata a lungo adibita a zona di sepolture.

Tuttavia, il ritrovamento di condutture in piombo per l’acqua ha fatto anche ipotizzare che si trattasse di un ninfeo, mentre l’assenza di una camera funeraria all’interno del tamburo ha indotto ad escludere l’identificazione con un mausoleo ritenendolo piuttosto un monumento celebrativo analogo al cosiddetto “Trofeo di Augusto” a La Turbie e alla Tour Magne di Nimes, posti anch’essi lungo importanti arterie stradali. Sabato 10 settembre, dalle ore 15 alle ore 19 i visitatori potranno seguire le visite guidate gratuite a cura del personale della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandria Asti e Cuneo con la collaborazione del Comune di Santa Vittoria d’Alba.

Contatti per la prenotazione:

Soprintendenza Abap Al – 0131229100 – sabap-al@cultura.gov.it

Ingresso: libero con prenotazione consigliata

 

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button