Dal CuneeseAttualità

Aperte le iscrizioni alla scuola di fotografia di montagna

Fino al 31 luglio fotografi under 35 possono candidarsi per la settimana di alta formazione a Monterosso, dieci i posti

Sono aperte le iscrizioni per partecipare alla seconda edizione di “a.Fuoco”, la scuola di alta formazione fotografica di montagna nata due anni fa all’interno del più ampio progetto IconAlpe, ideato e portato avanti dall’associazione culturale “Contardo Ferrini” e dall’associazione “La Cevitou”. La scuola, che si svolgerà dal 28 agosto al 4 settembre 2022 in frazione San Pietro, a Monterosso Grana, sotto la guida eccezionale di Giorgio Barrera, fotografo e docente presso il CFP Bauer di Milano e l’Accademia di Belle Arti di Palermo, vuole essere un punto di riferimento per fotografi under 35 interessati a vivere un’esperienza didattica per progetti vòlti a indagare il territorio montano della valle Grana. Per iscriversi alla scuola è necessario leggere attentamente l’apposito form sul sito www.iconalpe.it e inviare all’indirizzo afuoco@iconalpe.it tutta la documentazione indicata, entro e non oltre la mezzanotte di domenica 31 luglio.

“Grazie a un autore come Giorgio Barrera, portatore di conoscenze in sintonia con ciò che di più innovativo sta attualmente animando il mondo della fotografia contemporanea, gli iscritti daranno così vita a lavori fotografici che saranno il frutto di una riflessione consapevole e di alto livello. A.Fuoco si avvale della collaborazione di due importanti partner attivi nell’ambito della fotografia contemporanea quali Camera-Centro Italiano per la Fotografia e Istituto Europeo di Design di Torino”, dichiara Luca Prestia fotografo e coordinatore di “a.Fuoco”.

Nel corso di un’intera settimana i partecipanti alla scuola avranno l’opportunità di individuare e sviluppare un proprio progetto fotografico immergendosi totalmente in un territorio ricco di storia e di cultura, conoscendone la comunità che lo abita e scoprendo un angolo delle Alpi occidentali di significativa bellezza paesaggistica.

Come nel caso dello scorso anno, anche per la sua seconda edizione la scuola prevede un numero massimo di 10 iscritti. La partecipazione è aperta ai fotografi maggiorenni – professionisti o non professionisti – residenti in Italia che non abbiano ancora compiuto, alla scadenza del termine di presentazione della domanda, il 35° anno di età e che abbiano già maturato una certa esperienza in ambito fotografico, che dovrà essere comprovata in fase di iscrizione. La prima edizione della scuola “a.Fuoco” si è svolta nel 2021, sempre a San Pietro di Monterosso Grana ed ha visto la partecipazione di giovani promettenti fotografi provenienti da varie zone d’Italia, i cui lavori saranno raccolti nel catalogo in corso di ultimazione.

 

Giorgio Barrera | Nota biografica

Giorgio Barrera (1969) lavora con la fotografia, il video e la scrittura. Focalizza la sua ricerca sull’analisi dei linguaggi visivi, la creazione di immaginari, sul rapporto tra realtà e soggettività. Il suo approccio è sempre stato rivolto a creare un rapporto diretto con lo spettatore e a ritenere l’arte strumento utile per la comprensione del reale. È stato assistente di Joel Meyerowitz e ha vinto, tra gli altri, i premi Baume & Mercier, Canon, FNAC; ha inoltre collaborato con vari istituti di cultura italiani, con il Mibact, altre istituzioni e gallerie. Ha pubblicato un saggio dal titolo “La battaglia delle immagini” che introduce una forma creativa di mediattivismo da realizzarsi con le immagini. È tra i fondatori del collettivo artistico Fotoromanzo italiano. Attualmente sta realizzando un documentario sulla tempesta VAIA e una ricerca sull’uso dei colori nelle architetture di Edoardo Gellner in residenza a Dolomiti Contemporanee. Docente alla scuola Bauer di Milano, è curatore dei seminari Anatomia e dinamica di un territorio in collaborazione con l’Università di Padova.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com