More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Anziani, un’estate senza rischi, come proteggersi dal caldo

    spot_imgspot_img

    L’Italia sta invecchiando. Secondo i dati Istat, oggi ci sono quasi 15 milioni di persone di età pari o superiore a 65 anni, che rappresentano il 23% dell’intera popolazione. Si prevede che nei prossimi 20 anni questa percentuale supererà il 33%. Sempre secondo l’Istat, il 38% degli anziani vive da solo, una condizione che può portare a problemi di salute fisica e mentale. Sono problematiche che tendono ad accentuarsi durante il periodo estivo, in quanto le alte temperature e le condizioni climatiche possono presentare diverse criticità per la salute e il benessere degli anziani. Prima dell’arrivo dei mesi più torridi di luglio e agosto è importante che le persone anziane si sottopongano a una serie di controlli atti ad attestare il loro stato di salute. Dagli esperti, ci arrivano in soccorso alcuni consigli…

    Effetti delle alte temperature sugli anziani

    Gli anziani sono particolarmente vulnerabili alle temperature elevate a causa di diversi fattori. In particolare, la ridotta capacità del corpo di termoregolarsi efficacemente li rende suscettibili a colpi di calore, esaurimento da calore, disidratazione e altre complicazioni correlate al caldo. Inoltre, alcune condizioni mediche comuni tra gli anziani, come problemi cardiaci e diabete, possono rendere ancora più difficile la regolazione termica. È essenziale, dunque, prestare massima attenzione ai caratteristici segnali che indicano una sovraesposizione al calore, come vertigini, debolezza, confusione eccessiva e svenimenti. Le persone più fragili e a rischio possono utilizzare dispositivi di monitoraggio della temperatura corporea o dispositivi indossabili per rilevare eventuali variazioni e intervenire prontamente in caso di necessità

    L’importanza dell’idratazione

    La disidratazione è un rischio significativo durante il periodo estivo. A causa della diminuzione della sensazione di sete e della diminuzione della funzione renale, gli anziani potrebbero non rendersi conto di essere disidratati. È fondamentale incoraggiare una corretta idratazione, bevendo regolarmente acqua durante tutta la giornata. Meglio ancora sarebbe consumare bevande a base di frutta, come succhi o frullati, che apportano anche nutrienti essenziali. Da evitare le bevande contenenti caffeina o alcol.

    Proteggersi dal sole

    Gli anziani devono essere protetti dai raggi solari e dal calore eccessivo per prevenire danni alla pelle e complicazioni legate al calore. Si consiglia di evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde, tra le 11 e le 16, quando i raggi sono più intensi. Fuori casa si dovrebbe indossare un cappello a tesa larga, occhiali da sole e applicare una crema solare ad ampio spettro. Da indossare, abiti leggeri, traspiranti e di colore chiaro per favorire la ventilazione e ridurre il rischio di surriscaldamento.

    Alimentazione, meglio la frutta

    Durante l’estate, l’appetito degli anziani potrebbe diminuire a causa del caldo e dell’umidità. Tuttavia, è essenziale garantire un’alimentazione adeguata per fornire i nutrienti necessari. Favorire pasti leggeri, freschi e ricchi di frutta e verdura può aiutare a mantenere un buon equilibrio nutrizionale. Si dovrebbero consumare alimenti ricchi di acqua, come cetrioli, meloni, angurie e zuppe di verdura. Da evitare i cibi ricchi di grassi.

    L’importanza della socializzazione

    Durante l’estate, gli anziani possono sentirsi più isolati a causa della ridotta mobilità e della necessità di passare più tempo in casa. La solitudine può avere un impatto negativo sulla salute mentale e fisica, pertanto, è fondamentale incoraggiare la socializzazione, attraverso visite di familiari e amici, o attività ricreative all’interno o in ambienti freschi e ombreggiati. Senza dimenticare una passeggiata nelle ore meno calde.

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio