Anche a Cherasco un censimento per gli alberi monumentali

Scade il 30 di giugno la campagna di raccolta segnalazioni in merito al censimento per la tutela e la salvaguardia degli alberi monumentali presenti sul territorio comunale. Entro tale data sarà infatti possibile segnalare a palazzo civico l’eventuale presenza di fusti che presentano le caratteristiche previste dalla normativa nazionale in materia.

Per “alberi monumentali”,  secondo la definizione della Legge 10/2013, si intendono gli “esemplari ad alto  fusto,  isolati  o  facenti  parte  di  formazioni  boschive, gli alberi secolari tipici, che possano essere considerati come rari esempi di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico, per rarità botanica e peculiarità della specie, ovvero che rechino un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale, documentario o delle tradizioni locali”. Ma anche “i filari e le alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale, ivi compresi quelli inseriti nei centri urbani” e “gli alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali ad esempio ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche private”.

Sono previste circonferenze minime indicative per poter classificare un albero come “monumentale”, specificate nella circolare emessa dal Comando Unità per la Tutela Forestale dei Carabinieri (ex Corpo Forestale). Tali dati, insieme a moduli, schede e avvisi pubblici utili alla segnalazione, sono pubblicati su sito web dell’amministrazione comunale http://www.comune.cherasco.cn.it.

Possono  effettuare  la segnalazione – da inviare entro i termini specificati all’Ufficio Protocollo del Comune – i cittadini,  le associazioni,  gli  istituti  scolastici e  tutti  i soggetti  portatori  di  interesse  in genere.

X