Altalanga, agricoltura bio e ambiente ottimale per una nocciola unica al mondo

 

Le colline delle Langhe sono rinomate per essere l’ambiente ideale per la coltivazione delle nocciole. In alcuni punti le condizioni sono praticamente ottimali, con terreni e microclimi particolari che conferiscono al prodotto speciali peculiarità organolettiche, uniche al mondo.

Forte di questa vocazione, l’azienda agricola Altalanga ha voluto dare alle sue nocciole un importantissimo valore aggiunto: una produzione biologica senza chimica e senza veleni, rispettosa dell’ambiente, delle bellezze del paesaggio e della salute dei consumatori.

 

Sulle colline dell’Alta Langa, tra i 500 e i 700 metri di altitudine, i noccioleti crescono su terreni scelti con cura, prestando particolare attenzione alla composizione organica del suolo e alla giusta esposizione al sole per evitare stress idrici sempre più frequenti. I poderi sono situati in zone isolate, lontane da strade e vicine a boschi e ad aree naturali incontaminate, senza coltivazioni confinanti che determinano il cosiddetto rischio di deriva.

Queste caratteristiche costituiscono un magico mix di elementi che rendono unici i noccioleti e ancora più pregiate le nocciole. «Ad Altalanga abbiamo fatto delle scelte ben precise: per prima cosa ci impegnamo a tutelare la terra e il suo frutto più nobile, la Nocciola Piemonte I.G.P. Scegliamo poi una linea di coltivazione e produzione biologica che garantisce gusto ma anche sicurezza alimentare e benessere. Dal noccioleto alla distribuzione curiamo ogni singolo passaggio, con dedizione e competenze, sempre all’insegna dell’eccellenza». L’intera filiera produttiva, dunque, si fonda su metodi naturali fino al pregiatissimo prodotto finale: l’autentica Nocciola Piemonte I.G.P. biologica, richiesta e apprezzata in tutto il mondo.

 

Il successo di un’idea

L’ispiratore e fondatore di questa innovativa esperienza è un imprenditore agricolo che con lungimiranza ha saputo coniugare l’anima imprenditoriale con quella ecologica.

Nato a Cerretto Langhe, Gian Franco Cavallotto è cresciuto nella campagna langarola, quando le note colline piemontesi erano teatro della lenta e coraggiosa ripresa economica e sociale del dopoguerra. Da questa fase della sua vita Gian Franco impara l’amore per la terra, lo spirito di sacrificio, la dedizione al lavoro e la passione per il vivere sano. Un bagaglio culturale a cui si affida quando, nel 2013, torna nei luoghi della sua infanzia e decide, con coraggio, dì scrivere la sua piccola e temeraria storia imprenditoriale. Ripartendo dalla saggezza della terra e dal meglio di ciò che la campagna langarola offre, dà vita ad un’azienda agricola moderna e solida che produce una delle migliori nocciole Piemonte I.G.P. biologiche.

Come spiega ancora Cavallotto: «La nostra filosofia produttiva si basa prima di tutto sul rispetto della terra e dei suoi cicli naturali. Realizziamo un processo di lavorazione e trasformazione fondato su principi organici, grazie alle tecniche più sofisticate di coltivazione biologica. Tradizione e innovazione per noi sono due cardini, la saggezza di un mestiere antico fatto di dedizione e sacrifici si arricchisce delle moderne tecnologie per raggiungere l’obiettivo della qualità più elevata, garantita dal metodo biologico».

 

Dove la chimica è bandita

Il metodo biologico certificato di Altalanga è caratterizzato da un processo lavorativo in cui tutte le attività produttive si contraddistinguono per l’impiego di tecniche di coltivazioni naturali, senza prodotti chimici e procedimenti industriali. Questo comporta operazioni manuali, maggiori investimenti in manodopera, costi più elevati e rese minori, ma garantisce una maggiore qualità del prodotto finito, privo di qualsiasi contaminazione di veleni e pesticidi, per la salute e il benessere dei consumatori. L’azienda è certificata da “Suolo e Salute”, ente riconosciuto da Accredia.

La partita del biologico si gioca tutta sulla gestione dell’erba e dei polloni e sulla difesa dai parassiti. Come spiega ancora Gian Franco Cavallotto: «Nella coltivazione convenzionale l’erba e i polloni vengono eliminati con una pratica rapida ed economica, ma non certamente naturale: il diserbo. Questo metodo comporta l’uso di sostanze chimiche di sintesi che possono lasciare pericolosi residui sul prodotto. Noi risolviamo il problema dell’erba con tre o quattro tagli l’anno. Per la difesa dai parassiti usiamo prodotti su base naturale, certificati e costosi, da applicare nelle ore notturne in quanto fotosensibili. Anche le pratiche di raccolta ed essiccazione vengono fatte in modo naturale. La raccolta avviene meccanicamente con macchine ispiratrici, mentre l’essicazione al sole garantisce un netto miglioramento delle caratteristiche organolettiche del frutto.

 

Tutti i benefici di una Nocciola bio

La ricerca scientifica ha dimostrato con certezza che il consumo della Nocciola e di tutta la frutta a guscio riduce l’incidenza sulle malattie cardiovascolari e sul diabete, grazie alla forte presenza di grassi insaturi. Le nocciole hanno notevoli effetti antiossidanti ed antinfiammatori, come dimostrato da molti studi clinici. Benefici che nelle nocciole coltivate con metodo convenzionale possono essere ridotti dagli effetti della presenza di residui di diserbanti e pesticidi pericolosi per la salute. Valorizzare la Nocciola di Langa, tutelando allo stesso tempo la salute dei consumatori e l’ambiente delle nostre colline è l’impegno di Altalanga.

 

 

 

 

 

—————————————————————

 

La nocciola biologica

Intervista a Gian Franco Cavallotto

Sig. Cavallotto, oltre alla passione per la terra e la natura, cos’è che Le ha fatto scegliere di puntare sulla Nocciola?

Premesso che non posso permettermi di praticare la filantropia, è evidente che ho ritenuto l’investimento profittevole per due ragioni. La prima è la constatazione che il consumo mondiale di frutta secca, negli ultimi dieci anni, è cresciuto a due cifre l’anno grazie alla presa di coscienza da parte del consumatore delle proprietà salutistiche del prodotto. La seconda è che la Nocciola Tonda Gentile coltivata in Langa è riconosciuta come la migliore del mondo e, pertanto, suscettibile di grande sviluppo. Ciò detto, da vecchio uomo di Langa, rispettoso dei valori famigliari, mi sono buttato a testa bassa nel progetto per lasciare un futuro di lavoro ai miei due nipotini.

 

La scelta a favore del biologico da cos’è partita oltre che dall’amore per la natura?

 

A mio avviso lo sviluppo del Bio è certo in quanto il consumatore sta prendendo coscienza dell’importanza del cibo sano per la salute. Ovviamente il fenomeno si svilupperà gradualmente sia per i maggiori costi del prodotto Bio, sia, soprattutto in Italia, per la scarsa fiducia del consumatore nei confronti dei produttori e degli enti certificatori del Biologico. Questo anche grazie al vizio tipicamente italiano della pubblicità negativa da parte dei mass media.

 

Il metodo biologico comporta sicuramente maggiori costi di produzione rispetto al convenzionale. In quale misura riuscite a trasferire questi oneri sul prodotto finale?

Purtroppo è difficile trasferire il maggior costo sul prezzo finale in quanto la Nocciola è un prodotto già caro di suo. Ne consegue che il margine di contribuzione per la nostra azienda è inferiore a quello delle aziende convenzionali.

 

La vostra azienda dispone di una filiera chiusa e di una vasta gamma di prodotti trasformati che vi permettono anche di presentarvi con un bel negozio nel centro storico di Alba che, risulta, essere molto frequentato da turisti stranieri. Secondo Lei, quale potrebbe essere la ragione di questo successo?

 

In effetti abbiamo avuto la fortuna di trovare un ampio locale in Corso Italia dove abbiamo realizzato un negozio molto semplice ma con uno stile in linea con la filosofia di un’azienda agricola Bio; inoltre è stata vincente la scelta di allestire un laboratorio visibile direttamente dal negozio. Accade pertanto spesso che il cliente chieda di visitare il laboratorio rimanendo affascinato dalla trasparenza del processo.

 

Abbiamo notato che Lei insiste spesso sulle proprietà salutistiche della Nocciola, perché questo?

 

Ritengo che chi vende un prodotto debba valorizzarlo in tutti i suoi aspetti facendo anche un po’ di seria didattica. Noi abbiamo un prodotto che, oltre ad essere eccellente, fa pure bene alla salute e sarebbe sciocco non valorizzarlo, tanto più che, recentemente, siamo stati autorizzati a divulgare una relazione sulle proprietà salutistiche della Nocciola stilata da un’equipe di medici e accademici presentata al work shop del 26 maggio 2017 presso l’enoteca di Grinzane Cavour. Detto documento viene divulgato in quattro lingue nel nostro negozio da parte del nostro personale poliglotta.

 

 

—————————————————————

 

 

AZIENDA AGRICOLA ALTALANGA

Cerretto Langhe, Strada Belbo 7

Sede di Alba: C.so Italia, 5

Tel. 0173.26.22.21

Email: info@altalangaaziendaagricola.it

www.altalangaaziendaagricola.it

X