Allo studio un altro piano per curare via Motta a Sanfrè

Allo studio un altro piano per curare via Motta a Sanfrè

La Giunta comunale di Sanfrè ha deciso come utilizzare il contributo di 50mila euro stanziato a favore del paese dal Ministero dell’Interno con il decreto “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”. Questi soldi serviranno a co-finanziare una nuova operazione di consolidamento e ripristino della strada Motta.

Si tratta di parte della viabilità che dal cimitero si inoltra nella piana verso l’omonima frazione. In particolare, i lavori dovranno costituire il completamento delle opere di consolidamento della scarpata situata sulla sponda del rio di Sanfrè, nel tratto compreso tra località Cascine Nuove e la bealera della Conca.

Nei giorni scorsi, stante la carenza di personale all’ufficio Tecnico, il Municipio ha deciso di affidare all’esterno progettazione, direzione lavori, contabilità, coordinamento della sicurezza e infine collaudo di quanto si andrà a realizzare. Se ne occuperà l’ing. Valter Peisino che ha studio a Torino, lo stesso professionista che ha già eseguito analogo incarico per i consolidamenti del rio effettuati tra il 2005 e il 2013. Per il suo onorario è previsto un costo per le casse pubbliche di 8.906,34 euro. Dal progetto che produrrà Peisino si saprà, invece, quale sarà la stima economica relativa ai cantieri.

Ti potrebbero interessare anche: