Allevatore abbandona rifiuti nel parco naturale: denunciato

Nell’ambito delle attività di monitoraggio ambientale i Carabinieri Forestali di Ceva, a seguito di accertamenti di polizia, hanno identificato l’autore di un abbandono di rifiuti aziendali nel Parco regionale delle Sorgenti del Belbo.

Si tratta di materiale plastico costituito prevalentemente da spessi teli e reti, proveniente dagli imballaggi delle rotoballe.

Tali rifiuti venivano abitualmente accumulati presso il capannone aziendale in Montezemolo e ritirati una volta all’anno da un’apposita ditta di Torino.
Quest’anno però l’azienda, a differenza di altri anni, aveva ritirato soltanto il metro cubo pattuito da contratto. L’agricoltore ha quindi pensato di liberare il piazzale di lavoro e trasportare gli oltre tre metri cubi restanti, in un prato di proprietà comunale all’interno del parco naturale Sorgenti del Belbo.

Con l’analisi mereceologica dei rifiuti ed alcuni accertamenti tecnici i militari sono risaliti in breve tempo all’allevatore.

L’area in argomento si trova altresì in un Sito di Interesse Comunitario inserito nella rete Natura 2000, un elenco di zone censite dall’Unione Europea e soggette a uno speciale regime di tutela.
Il soggetto è stato quindi denunciato alla procura di Cuneo per abbandono di rifiuti e deturpamento di bellezze naturali.

Di quanto accaduto è stato altresì informato il Comune per i provvedimenti di competenza.

X