NeiveLANGHEBASSA LANGAScuola

All’Arte Bianca di Neive una grande storia d’inclusione

Carlo e Mattia, due ragazzi speciali che frequentano l’Arte Bianca di Neive, sono stati protagonisti di una bellissima esperienza.

I due alunni, grazie a una convenzione stipulata tra l’istituto e i commercianti, hanno potuto intraprendere uno stage di due settimane svoltosi prima delle vacanze di Pasqua presso il “Bar Vergnano” e “l’Osteria del Vecchio Gallo” di Alba, gestiti dai titolari Abbate Giulio e Buiko Violeta.

Il primo ringraziamento va a loro, che hanno accolto e incluso i ragazzi nelle loro routine lavorative; un secondo, ma immenso grazie, va al prof. Spanò Filippo, alla prof.ssa Gandino Elisa e all’assistente all’autonomia Marchisio Elena,  che hanno seguito instancabilmente tutte le ore dello stage.

I due ragazzi speciali, grazie alla disponibilità dello staff, hanno potuto fare la loro esperienza lavorativa all’interno delle due strutture, acquisendo in breve tempo un’autonomia tale che ha permesso loro di abbattere svariate barriere e di acquisire un controllo inibitorio che ha dato loro la possibilità di regolare il proprio comportamento e avere una risposta adeguata rispetto all’obiettivo che era stato posto.

Carlo e Mattia hanno dimostrato tanta voglia di lavorare, confermando di essere capaci di fare e di essere parte integrante di un  gruppo, trasmettendo ai clienti la loro serenità e la loro gentilezza.

Le mamme dei due alunni hanno voluto sottolineare l’importanza di questa bella esperienza, poiché ha dato ai loro figli la possibilità di conoscere da vicino il mondo del lavoro.

Molino Elena, mamma di Carlo, diciottenne con Sindrome di Down, ha voluto esprimere personalmente i suoi ringraziamenti: “L’entusiasmo che Carlo ha dimostrato nell’affrontare questa nuova avventura è stato davvero notevole. Questo grazie alla preparazione data dalla scuola e alla disponibilità e alla perizia nell’affiancare Carlo nel percorso di apprendimento e inclusione, sia scolastico sia in campo lavorativo, ai professori e assistenti che hanno reso possibile tutto questo. La mia gratitudine va a tutto lo Staff del Bar Vergnano e all’Osteria del Vecchio Gallo che hanno reso per mio figlio indimenticabile questo stage, credendo in lui e nelle sue potenzialità”.

Al termine di questa bellissima esperienza, che ha arricchito tutti i partecipanti, è doveroso rivolgere il  pensiero anche a tutte le numerose attività commerciali albesi che hanno creduto nelle “speciali normalità”  dei ragazzi speciali.

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com