ALBAAttualità
In primo piano

ALBA: una Rassegna Bovina da record

60 capi iscritti, con il meglio della produzione della Sottorazza Albese

Grande festa sotto l’ala coperta del mercato ortofrutticolo di piazza Prunotto dove si è tenuta l’edizione 2021 della Grande Rassegna di Bovini Piemontesi di Sottorazza Albese della Coscia. Quest’anno è stato stabilito un vero e proprio record, infatti, sono stati iscritti ben 60 capi. «Alcuni – come ha confidato Piero Oberto, presidente della commissione giudicatrice – molto belli, forse i migliori capi mai visti ad Alba». Da segnalare, in particolare due “vacche grasse” del peso rispettivamente di 1.040 kg e 900 kg, provenienti dall’allevamento Pelassa di Villanova di Mondovì. I due animali finiranno sulle tavole albesi, visto che sono stati acquistati proprio dalla Macelleria Piero Oberto.

In base alle parole del sindaco di Alba Carlo Bo e del consigliere comunale delegato all’Agricoltura, Mario Sandri, c’è la grande volontà di sostenere questo evento, legandolo sempre di più al territorio, e facendolo diventare protagonista anche in Fiera. A partire dal prossimo anno, infatti, nel Cortile della Maddalena, ci sarà uno stand dedicato proprio all’oro rosso e a questa storica manifestazione zootecnica.

Ma andiamo a vedere come è andata. Come sempre i capi iscritti sono stati suddivisi in varie categorie. Per ciò che concerne la sottorazza piemontese saranno in gara i vitelloni della coscia interi, le vitelle della coscia, i vitelli castrati, i manzi da 2 a 6 denti, le manze da 2 a 6 denti, le vacche grasse e il bue grasso. Due premi , invece, sono stati attribuiti alla categoria meticci: vitelloni interi e vitelle.

Ecco qui di seguito le classifiche.

VITELLONI INTERI DELLA COSCIA

1° Azienda Agricola La Fazenda di Silvestro di Centallo. A seguire Fratelli Canale (2° e 3°), Rocca di Corneliano (4°), Ferrero Anna Maria di Cervere (5°) e Fratelli Mo di Govone (6°).

VITELLE DELLA COSCIA

1° Carlo Pelassa di Villanova d’Asti. A seguire Paolo Abrate di Fossano (2°), Carlo Pelassa di Villanova d’Asti (3°), Gianfranco Ferrero di Pocapaglia (4°), Fratelli Canale di Alba (5°), La Fazenda di Centallo (6°), Lorenzo Tomatis di Cherasco (7°), Giovanni Battista Lisa di Riva di Chieri (8°), Lorenzo Tomatis di Cherasco (9°), Fratelli Canale di Alba (10°).

VITELLI CASTRATI

1° Paolo Abrate di Fossano. A seguire La Fazenda di Centallo (2°), Andrea Migliore di Sant’Albano Stura (3°), Azienda Agricola Rocca di Corneliano (4°), Ferrero Annamaria di Cervere (5°), Giovanni Battista Lisa di Riva di Chieri (6°).

MANZI DA 2 a 6 DENTI

1° Andrea Migliore di Sant’Albano Stura. A seguire Giovanni Battista Lisa di Riva di Chieri (2°), Azienda Agricola Rocca di Corneliano (3° e 4°).

MANZE DA 2 a 6 DENTI

1° Giovanni Borghese di Mondovì. A seguire Giovanni Battista Lisa di Riva di Chieri (2°), Giovanni Borghese di Mondovì (3°).

VACCA GRASSA DA MACELLO

1° Carlo Pelassa di Villanova d’Asti. A seguire Carlo Pelassa di Villanova di Mondovì (2°), Giovanni Borghese di Mondovì (3°) e Ombretta Luciano di Villar San Costanzo (4°).

BUE GRASSO

1° Anna Maria Ferrero di Cervere.

VITELLONI METICCI INTERI

1° Paolo Abrate di Fossano. A seguire La Fazenda di Centallo (2°), Azienda Agricola Rocca di Corneliano (3°), Fratelli Canale di Alba (4°).

VITELLE METICCE

1° Paolo Abrate di Fossano. A seguire Agrimacelleria Fattoria Ponchietta di Montà d’Alba (2°), La Fazenda di Centallo (3°), seguire Agrimacelleria Fattoria Ponchietta di Montà d’Alba (4°).

Qui di seguito la ricca gallery con tutti i premiati. Chi fosse interessato agli scatti può contattare l’indirizzo mail vincenzo@ilcorriere.net o il numero 338/5681800.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button