Alba, stranieri in calo in una città che invecchia

alba anagrafe

alba

Primo stop dopo 20 anni nei nati all’estero, al 12% del totale

Gli over 65 sono ormai un quarto della popolazione totale

anagrafe  TORNA ALLA CRESCITA: +83 residenti

  Tempi di bilanci, quello della chiusura d’anno, e tra questi immancabile il punto sull’andamento demografico della città, stilato come sempre sulla base dei dati forniti dall’Anagrafe comunale.

Se dodici mesi fa la principale chiave di lettura del bilancio demografico albese era una crescita della popolazione praticamente azzerata (appena un residente in più rispetto a fine 2013), i conti chiusi a fine 2015 fanno registrare tre principali indicazioni.

La prima è il ritorno a una crescita, seppur lievissima, 83 abitanti in più. Un dato figlio – ma questa non è una novità – non certo del cosiddetto “saldo naturale” (la differenza tra nati e morti, che rimane negativa per 134 unità, mentre lo scorso anno lo era stata per 62 soggetti), ma del bilancio tra le nuove iscrizioni e le cancellazioni dai registri della stessa Anagrafe, positivo per 217 persone (contro le 63 di fine 2014).

Una seconda indicazione riguarda il numero degli stranieri: un dato che dopo oltre vent’anni di ininterrotta crescita (le prime risultanze a nostra disposizione sono quelle del 1996) si riduce passando dalle 3.909 persone di fine 2014 alle 3.843 di fine 2015.

Invariata quella maschile (1.738 unità), la contrazione della popolazione nata fuori dall’Italia è quindi riconducibile a un calo nella componente femminile, ridottasi di 66 unità, anche per effetto dell’incremento di quanti, dopo una permanenza anche ventennale nel nostro Paese, hanno conseguito l’agognata cittadinanza.

Sul totale della popolazione gli stranieri pesano oggi per il 12,2%, tre decimi di punto in meno di dodici mesi fa. Pressoché invariato l’elenco delle provenienze, dove rispetto a un anno fa si registra giusto il sorpasso della Bulgaria ai danni della Tunisia in quinta posizione, mentre la testa di questa speciale classifica è sempre saldamente in mano alla Romania, che con 1.529 persone, in prevalenza donne, vale quasi il 40% del totale.

Ultima rilevazione, quella riguardante le fasce di età. I dati raccolti in Municipio quantificano in ben 7.838 gli over 65 albesi, quasi un quarto della popolazione totale e ben oltre gli appena 5.072 under 18.