ALBAAttualità

Alba: si prepara un raduno di anagrammisti

L’enigmistica classica è un’arte che gioca con le parole e la sua origine si perde nei secoli; molti sanno che Leonardo Da Vinci si dilettava a creare rebus; e non fu certo il primo.
L’enigmistica classica si differenzia dall’enigmistica popolare, poiché non prevede alcun tipo di schema: per intenderci, i cruciverba fanno parte dell’enigmistica popolare e non certo di quella classica, che invece si diletta con una vera e propria falegnameria di parole; i principali giochi dell’enigmistica classica sono i rebus, gli indovinelli, le sciarade, i cambi, gli incastri, le cernite, le crittografie, gli intarsi, le frasi bisenso, gli antipodi, i palindromi e non ultimo gli anagrammi.

E nel ponte dell’Immacolata, dall’8 all’11 dicembre prossimo, ad Alba arriveranno proprio gli enigmisti specializzati in anagrammi; arriveranno da tutta Italia, ma anche dalla Germania e dalla Svizzera una trentina di anagrammisti, grandi firme della “Settimana Enigmistica” e delle principali riviste italiane.

I convegni di enigmistica classica si svolgono in Italia da oltre 150 anni ed hanno avuto sede un po’ ovunque, principalmente a Napoli, Marina di Massa, Torino, Roma, Genova, Pompei, Pisa, Chiavari, Montecatini Terme, solo per indicare i luoghi più noti.

Arriverà ad Alba “la crema” dei migliori anagrammisti viventi, da Ceck a Il Boia, dal Flautista a Nelli, fino a Guido Iazzetta, direttore della rivista di enigmistica classica “La Sibilla”, uno dei massimi cultori della materia ed Autore da molti anni del “Bersaglio” che i lettori della Settimana Enigmistica conoscono bene. Non è un caso che tutti questi enigmisti arriveranno proprio ad Alba: infatti uno dei maggiori anagrammisti è proprio Albese Doc; si tratta di Fragio. Ogni enigmista ha uno pseudonimo, mediante il quale i giochi vengono pubblicati sulle riviste; e Fragio (Franco Giovo), quarantenne Albese è uno dei coordinatori del collettivo anagrammisti di “101 Anagrammi Zen”, il gruppo che dal 2014 delizia circa 50mila iscritti su Facebook https://www.facebook.com/101anagrammizen e su Twitter https://twitter.com/101AnagrammiZen

dove è presente un vero e proprio quotidiano d’informazione anagrammatica, che esprimendosi soltanto mediante anagrammi, racconta le notizie di attualità, politica, cultura, sport ed altro, come una testata giornalistica.

Cos’è un anagramma? Vediamone subito degli esempi:
Marco Antonio —> Antico Romano, Gesù è il Cristo —> Egli resuscitò, Claudio Baglioni —> Il bacio languido, Luciano Pavarotti —> Il tuo canto rapiva, Decisione —> Dice sì e no, Indecisione —> Dice sì, no e nì.

Tra gli appassionati di anagrammi e di enigmistica classica troviamo molti cantanti e musicisti che hanno pubblicato giochi su riviste, tra gli altri Francesco Guccini, Dente, Nicola Piovani, Roberto Vecchioni, Frankie Hi Nrg e Paolo Conte; chissà se quest’ultimo sarà al convegno: per quel che sappiamo gli interessati e i curiosi potranno partecipare muovendosi tra la casa alloggio “Il Seminario” e il ristorante “AcquaSaLe” Tra gli eventi ci saranno un concorso autori e una gara solutori che decreteranno i titoli di campione di anagrammi 2022 nelle due specialità.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button