Alba si prepara al Tour de France: eccezionale vetrina con oltre 200 paesi collegati

0
241
Il Tour de France è il terzo evento sportivo più seguito al mondo

Alba si prepara ad accogliere il passaggio del Tour de France, in quella che si annuncia una straordinaria vetrina promozionale, con milioni di telespettatori sintonizzati da oltre 200 nazioni di tutto il mondo. La tappa piemontese della corsa ciclistica francese, che quest’anno partirà per la prima volta dall’Italia, è in assoluto la più lunga.

 

L’evento è stato presentato la scorsa settimana a Firenze, città da cui prenderà il via la Grande Boucle a fine giugno. A rappresentare il nostro territorio c’era il presidente della Regione Alberto Cirio, che in quest’occasione ha annunciato le prime iniziative collegate al passaggio della tappa, in modo da sfruttare al massimo tutte le opportunità promozionali e commerciali che garantirà l’importante evento sportivo. Il Tour de France è la principale competizione ciclistica al mondo e la terza competizione sportiva per interesse e ricavi dopo le Olimpiadi e i Mondiali di calcio.

Guardando al percorso, la terza tappa della 111esima edizione, con i suoi 231 chilometri, è la più lunga delle 21 in programma: partirà lunedì 1° luglio da Piacenza e dopo 58 chilometri raggiungerà il Piemonte. Qui la corsa si infiammerà subito grazie al gran premio della montagna sulla salita di Tortona: un omaggio al Campionissimo, il piemontese Fausto Coppi. A seguire, virata su Alessandria, fino a raggiungere l’Astigiano prima, con passaggio a Nizza Monferrato e Canelli, e il Cuneese poi, con le salite di Barbaresco e Sommariva Perno intervallate dall’attraversamento di Alba: un autentico viaggio del gusto tra le colline Unesco di Langhe, Monferrato e Roero. Il gran finale nel Torinese: Carmagnola con vista su Stupinigi e poi Torino, con un arrivo spettacolare che esalterà le ruote veloci del gruppo. E il giorno successivo si bisserà con la partenza da Pinerolo. Un’eccezionale vetrina, ma anche un volano di effetti positivi per tutto il territorio.

L’impatto sull’economia locale, partendo dall’analisi dei dati relativi alle grandi partenze organizzate in precedenza, è quantificabile per il Piemonte in una ricaduta compresa tra i 5,1 milioni e i 15 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui