ALBACultura e SpettacoliEventi

Alba: si inaugura mostra a Casa Scaparone 🗓

Scheduled ALBA Cultura e Spettacoli Eventi

Il prossimo sabato 8 ottobre all’interno degli spazi di Casa Scaparone, storico borgo situato roerino di Alba, inaugura “Cercando casa”, esposizione multimediale collettiva di Francesco Guttilla, Maurizio Pirone (doglianese che ora vive a Genova), Giulia Pirri e Chiara Pontiglione (di Sommariva Perno) a cura di Vittoria Massucco e del collettivo albese Crisalide.

L’esposizione, dopo il vernissage, sarà visitabile gratuitamente tutta la settimana a partire da domenica 9 fino a sabato 16 ottobre.

Il progetto espositivo è il frutto delle indagini personali dei quattro giovanissimi ospiti e della residenza tenutasi a Casa Scaparone nel mese di settembre, quando gli artisti hanno lavorato negli spazi del borgo dove la loro ricerca ha potuto confrontarsi con la natura e l’umanità del luogo. L’esibizione sarà suddivisa in due rami principali, in base al medium artistico utilizzato; se gli spazi interni ospiteranno il video “Wake Up” di Maurizio Pirone, un porticato esterno accoglierà le fotografie del progetto “Gli occhi che mio hanno sempre guardato” realizzato da Francesco Guttilla, Giulia Pirri e Chiara Pontiglione.

La mostra presenta dei lavori incentrati sul concetto di corpo e percezione dello spazio, di radicazione delle idee in un luogo preciso. Le opere rappresentano tutte l’osservazione da parte del proprio Io dell’ambiente dal quale è circondato e la ricerca di un luogo sicuro in cui sentirsi liberi di pensare. Questo tentativo metaforico si è concretizzato nella residenza in cui gli artisti sono stati accolti nella natura albese, nelle cascine di Casa Scaparone ma soprattutto dalle persone, prendendo parte alla vita comunitaria e, tramite pratiche e attività condivise, conoscendo i singoli elementi che la animano.

I lavori vedono la componente umana come fattore ambientale, che concorre alla creazione o meno di spazi sicuri di espressione del proprio corpo e del pensiero; a partire dai cinque dittici paesaggistici di Guttilla, dove l’assenza di persone si rende prepotente protagonista, fino ai ritratti di Chiara Pontiglione, in cui i visi familiari occupano tutto lo spazio possibile con una forza vicina all’arroganza, passando per Maurizio Pirone e Giulia Pirri, i cui lavori contengono presenze umane simili a spettri, sotto forma di tracce o ineffabili apparizioni.

Le opere, già realizzate precedentemente, dialogano armoniosamente con gli spazi della location, dove il concetto di casa è definito da un incontro rispettoso e naturale tra i luoghi e le persone che li animano. 

Orari di apertura della mostra, dalle 10 alle 19.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button