ALBAAttualità

Alba ospita questa domenica la festa con i gruppi dei volontari di tutto il territorio

Il servizio dell’emergenza medica 118 compie 30 anni. La festa di compleanno si terrà ad Alba, domenica 27 marzo, in piazza Prunotto ed è stata presentata sabato nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la sala convegni dell’ospedale “Michele e Pietro Ferrero” di Verduno. Nel corso dell’incontro con la stampa è stata ricordata la nascita del servizio e sono state ripercorse le tappe di un cammino che consente oggi di assistere in modo avanzato chi ha bisogno di cure indifferibili o deve essere stabilizzato per consentirne il trasporto ad un centro specializzato. In particolare la dottoressa Anna Maria Nuzzi, presidente del Var, ha tracciato il profilo storico delle associazioni di volontariato attualmente attive nel consentire il servizio di emergenza territoriale 118 e il dottor Roberto Giachino, presidente dell’Asava, ha sottolineato l’evoluzione della preparazione e formazione dei soccorritori nel corso di questi 30 anni. All’evento che celebrerà il trentennale del 118 saranno presenti le associazioni operanti sul territorio: il gruppo Asava (Associazione volontari del servizio ambulanza), l’Associazione volontari ambulanza di Cortemilia, l’Avav (Volontari ambulanza Valle Belbo), il comitato Albese della Croce Rossa Italiana e il VAR (Volontari Ambulanza del Roero). Domenica 27 marzo, a partire dalle ore 10, tutte queste associazioni saranno presenti in piazza Prunotto dove saranno allestiti dei punti d’informazione e messi in mostra alcuni dei mezzi messi a disposizione dei volontari per consentire le diverse operazioni di soccorso in funzione della loro natura e difficoltà. Due gazebo saranno dedicati ai bambini: uno con una postazione di trucco bimbi, mentre l’altro ospiterà la mostra dei disegni realizzati dai bambini sul tema del soccorso e sulla figura del soccorritore. Visitando lo spazio espositivo sarà possibile chiedere informazioni e dettagli in merito al funzionamento del sistema 118, oggi centrale unica d’emergenza 112, e scoprire tutti i particolari tecnici e le dotazioni che si trovano all’interno di un’ambulanza. Alle ore 11 e alle ore 16 ci sarà sulla piazza una dimostrazione d’ intervento, con uno scenario che si configura come un incidente stradale in cui vengono coinvolte due autovetture e una motocicletta. L’incidente produrrà 5 feriti, in condizioni di gravità diverse l’uno dall’altro. Da quel momento in poi scatterà la macchina dei soccorsi, con la risposta dell’operatore di centrale alla chiamata e il successivo allertamento delle diverse componenti che parteciperanno al soccorso. Dall’arrivo delle forze dell’ordine per mettere l’area in sicurezza (Carabinieri e Vigili del Fuoco), a quello del primo mezzo di soccorso avanzato. Il pubblico avrà modo di vedere e conoscere le diverse tecniche messe in atto in queste emergenze, dalla rilevazione dei parametri vitali alla mobilizzazione del paziente, dal posizionamento di questo sui diversi presidi (barelle) al caricamento sul mezzo di soccorso per il trasporto in pronto soccorso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button