ALBAAttualità

Alba, iniziati i lavori di rifacimento in Piazza Michele Ferrero. Ecco come sarà

Piazza Michele Ferrero ha da pochi giorni iniziato il percorso che, ancora una volta in pochi anni, ne cambierà radicalmente l’aspetto e almeno in parte la disponibilità. I lavori hanno avuto inizio in settimana e – questo l’obiettivo che si pone l’Amministrazione – dovrebbero essere portati a termine in tempo per la Fiera del Tartufo. Con la speranza di far coincidere l’inaugurazione della piazza con quella della Fiera o di darne corso durante le settimane del più importante avvenimento albese. Non è stato facile carpire qualche segreto all’assessore albese ai Lavori pubblici Massimo Reggio perché – come leggerete a lato – il Comune svelerà i dettagli dell’intervento solo il 12 aprile prossimo.

Ma qualcosa siamo in grado di anticipare. Cominciamo parlando di soldi. Alle casse comunali il rinnovo della piazza costerà 370mila euro per l’esecuzione dei lavori di demolizione della pavimentazione attuale e per l’impostazione del nuovo assetto. Il completamento del progetto prevede poi la collocazione al centro della piazza di un’opera dello scultore Valerio Berruti che sarà donata alla città dalla famiglia Ferrero. Impossibile quindi, almeno per ora, avere un’i­dea attendibile del costo finale. «La parte più difficile da realizzare – spiega Massimo Reggio – sarà quella di unificare il livello della piazza che, allo stato, è più alta sul lato di corso Italia dove si trova la fontana. Il nuovo disegno della piazza prevede l’eliminazione della fontana, il passaggio ad un unico livello e la sostituzione del gres porcellanato con lastre di Luserna e cubetti di porfido analogamente a quanto realizzato sul perimetro esterno dove hanno sede i dehor.

La modifica del livello comporta una nuova sistemazione dei sottofondi e delle reti tecniche che vi sono comprese». Che si può dire in merito al destino della statua equestre del generale Govone e dei pannelli in marmo rosa incisi nel 1958 dallo sculture Angelo Grilli che simboleggiano i quattro Evangelisti formando il nome della città? «Lo spazio non è idoneo per due monumenti e quindi è probabile che il generale troverà nuova gloria in altra sede. Le formelle di Angelo Grilli sono ancora oggetto di valutazione. Per loro non è e­scluso un futuro di tipo museale».

La presentazione del progetto al teatro

Alla presentazione del progetto della nuova piazza è invitata tutta la cittadinanza. L’appuntamento è per martedì 12 aprile, alle 20.30, al Teatro. Come ha spiegato Carlo Bo: «Questa serata sarà un importante momento di condivisione rivolto agli albesi. Presto la piazza sarà riconsegnata alla città nel pieno della sua bellezza e ospiterà una nuova fontana il cui progetto è costituito da una prestigiosa opera d’arte di valore internazionale. Al Teatro Sociale sveleremo i dettagli di questo progetto che continuerà a far parlare di Alba e della sua capacità di guardare al futuro con speranza».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button