CORONAVIRUSALBA

Alba: il mercato in piazza Sarti non convince

Nessuno si sarebbe mai aspettato di vedere il mercato del sabato lontano da via Maestra, piazza Duomo e via Cavour. Eppure il Coronavirus ci ha regalato anche questa scena inedita. Dopo oltre due mesi dal blocco totale del commercio ambulante,  Alba ha finalmente deciso di accogliere nuovamente i banchi “non alimentari”, dirottandoli però in una location inedita ed inusuale: piazza Sarti (che per intederci è la parte di piazza Medford posta alle spalle del tribunale).

Esprimere un giudizio su questa “edizione zero” del mercato è francamente prematuro e anche le impressioni raccolte in piazza sono discordanti. Di sicuro l’afflusso di persone è risultato decisamente scarso.

I commercianti, si dicono assolutamente insoddisfatti. Vero è che l’area è molto spaziosa, ma è altrettanto vero che la gente difficilmente si allontana dal centro a piedi e lì i parcheggi sono quasi tutti occupati dai banchi. Non bisogna dimenticare nemmeno il caldo. Il sole di maggio, l’umidità, le mascherine e scarsa la scarsa abitudine alle temperature quasi estive, hanno acceso la miccia di una protesta, che probabilmente detonerà nei prossimi giorni. Qualcuno ha ipotizzato di ridurre il volume dei banchi, in modo da ospitarli nei controviali ombreggiati di corso Torino, abbandonando la piazza. Altri hanno già detto che lì non è possibile lavorare in modo remunerativo.

Per contro la gente era soddisfatta, finalmente libera di spaziare tra i banchi, senza essere “soffocata” da altre persone e, soprattutto, senza il timore dei borseggiatori, spesso ingolositi dalle borse aperte delle massaie distratte dallo shopping.

Qualcuno, infine, ha scoperto per caso l’apertura del mercato, ignorando totalmente la toponomastica albese. Quella che tutti chiamano piazza Medford, in realtà è un insieme di piccole piazze, ognuna delle quali ha una sua intitolazione.

Insomma un mercato “rivedibile”, in attesa che questa maledetta emergenza ci restituisca le vecchie libertà.

Mostra altri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Apri chat